Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

5 febbraio 2016

Guida per le PMI campi elettromagnetici

Guida non vincolante di buone prassi per l’attuazione della direttiva 2013/35/UE

Guida per le PMI campi elettromagnetici

La pubblicazione è sostenuta dal Programma europeo per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI) 2014-2020 Scaricata da http://www.portaleagentifisici.it

campi elettromagneticiLa presenza dei campi elettromagnetici di cui alla direttiva 2013/23/UE relativa ai campi elettromagnetici è un dato di fatto nei paesi sviluppati, dato che questi campi vengono generati ogniqualvolta si utilizza l’elettricità. Per la maggior parte dei lavoratori l’intensità di campo è di livello tale da non causare effetti nocivi. In alcuni ambienti di lavoro l’intensità di campo può tuttavia presentare un rischio e la suddetta direttiva intende garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori in situazioni di questo tipo. Una delle principali difficoltà incontrate dai datori di lavoro è come riconoscere l’eventuale necessità di adottare ulteriori misure specifiche. La presente guida è destinata principalmente alle piccole e medie imprese (PMI), ma può essere utile anche per i lavoratori, i rappresentanti dei lavoratori e le autorità di regolamentazione degli Stati membri. Essa offre un aiuto per effettuare una valutazione iniziale dei rischi derivanti dai campi elettromagnetici sul luogo di lavoro. A seconda del suo esito, la valutazione aiuta a decidere sull’eventuale necessità di adottare ulteriori misure in conformità alla direttiva relativa ai campi elettromagnetici. La presente guida intende spiegare come le attività svolte possano essere soggette alla direttiva relativa ai campi elettromagnetici. Essa non è giuridicamente vincolante e non fornisce un’interpretazione di specifiche norme giuridiche da rispettare. Per questo motivo essa va letta in combinazione con la direttiva relativa ai campi elettromagnetici, la direttiva quadro 89/391/CEE e le leggi nazionali pertinenti. La direttiva sui campi elettromagnetici stabilisce le disposizioni minime di sicurezza relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici. Sono comunque pochi i datori di lavoro che dovranno calcolare o misurare i livelli dei campi elettromagnetici sul proprio luogo di lavoro. Nella maggior parte dei casi il lavoro svolto è di natura tale che il rischio sarà basso e potrà essere verificato con facilità. La guida è concepita in modo tale da consentire ai datori di lavoro già conformi alle norme di effettuare un rapido accertamento. Informazioni più dettagliate che riguardano anche la valutazione dell’esposizione e le misure preventive sono contenute nella Guida completa non vincolante di buone prassi per l’attuazione della direttiva 2013/35/UE.

campi elettromagneticiGuida per le PMI campi elettromagnetici

campi elettromagneticiCampi elettromagnetici Studi di casi

campi elettromagneticiGuida pratica campi elettromagnetici

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231