Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

7 novembre 2016

I servizi di ingegneria e architettura aprono a geometri e tecnici diplomati

07/11/2016 – Alle gare di ingegneria e architettura potranno partecipare anche i geometri e i soggetti in possesso di altri diplomi tecnici attinenti alla tipologia dei servizi da affidare. Lo prevede il decreto del Ministero delle Infrastrutture, attuativo del Codice Appalti (D.lgs.50/2016), che ha definito i requisiti per la partecipazione alle gare di progettazione. Una novità, sostiene il Consiglio di Stato, che con il parere 2285/2016 ha dato il via libera al decreto. Come si legge nel parere espresso dai giudici, “i tecnici non laureati erano esclusi dalla partecipazione in base alla previgente disciplina”. La partecipazione sarà possibile quando la prestazione non richieda il possesso della laurea. Non si tratta dell’unica novità. D’ora in avanti tutti i soggetti che partecipano alle gare d’appalto dovranno indicare i requisiti di idoneità, mentre prima quest’obbligo ricadeva.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231