Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

8 settembre 2016

Ideambiente nuovo numero di Ideambiente è dedicato all’acqua

Ideambiente n. 3 2016 ISPRA

Ideambiente nuovo numero di Ideambiente è dedicato all’acqua

Ideambiente n. 3 2016 ISPRAIl nuovo numero di Ideambiente è dedicato all’acqua: potabilità, qualità delle acque interne, acque di balneazione, specie aliene marine ma anche fauna e flora che popolano i nostri mari. Spazio a progetti e iniziative legate alle acque, alle attività promosse dagli enti di Ricerca. Grande attenzione anche alla riforma del Sistema agenziale, recentemente votata in Parlamento, con opinioni sul tema. Oltre alle consuete rubriche, inoltre, un focus sul consumo di suolo in Italia, con schede tecniche relative a tutte le regioni e molti altri articoli, tra cui una riflessione sul legame tra Brexit e cambiamenti climatici e gli ultimi dati sui rifiuti speciali nel nostro Paese.

La riorganizzazione complessiva del Sistema a rete, costituito dal concorso delle Agenzie per la protezione dell’ambiente e dell’ISPRA, e dell’Istituto stesso erano alla base del mio mandato di Presidente: è per questo che con soddisfazione ed orgoglio, anche in qualità di Presidente del Consiglio Federale, presento in questo numero insieme al tema delle acque, l’ormai istituito Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente - che di seguito e negli articoli di questa rivista si leggerà SNPA - il cui iter legislativo, dopo circa 3 anni, si è concluso lo scorso 15 giugno con l’approvazione definitiva da parte della Camera dei Deputati. Il neonato SNPA deve quindi garantire la tanto auspicata, quanto attesa, omogeneità ed efficacia delle attività di monitoraggio, di analisi e valutazione ambientale, di controllo e informazione, pubbliche ed ufficiali, dello stato e dell’evoluzione qualità dell’ambiente a supporto delle politiche di tutela e sostenibilità ambientale, nonchè di prevenzione e protezione sanitaria. Ciò sarà perseguito dando attuazione in tutto il Paese agli stessi “livelli essenziali delle prestazioni tecniche ambientali”, i LEPTA, e operando attraverso infrastrutture comuni quali la rete informativa nazionale ambientale, Sinanet, o la rete nazionale dei laboratori, ma anche svolgendo attività comuni tanto di ricerca finalizzata, quanto di innovazione degli strumenti, delle metodologie e dei processi operativi. A tal fine si continuerà a costituire gruppi di lavoro e reti di referenti tematici nell’ambito dell’ormai consolidato Programma triennale delle attività anche del nuovo SNPA, di cui l’ISPRA avrà funzioni di indirizzo e coordinamento ed il cui organo direttivo, il “Consiglio”, avrà tra l’altro il compito fondamentale proprio di promuovere e indirizzare lo sviluppo coordinato del complesso di tutte le attività di sistema.

Ideambiente n. 3 2016 ISPRAIdeambiente n. 3 2016 ISPRA

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231