Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

15 marzo 2016

Il lavoro in quota nei cantieri temporanei e mobili con utilizzo di ponteggi metallici e macchine

Gli aspetti  normativi, documentali ed applicativi per il CEL nei lavori in quota

Il lavoro in quota nei cantieri temporanei e mobili con utilizzo di ponteggi metallici e macchine

sicurezza_cantieriPubblichiamo la presentazione del Docente: Ing. Massimo Cerri Referente d’Area Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro dell’Ordine Ingegneri della Provincia di Roma SEMINARIO: Il lavoro in quota nei cantieri temporanei e mobili con utilizzo di ponteggi metallici e macchine DEFINIZIONE Attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad una altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile. Obblighi del datore di lavoro nell'uso di attrezzature per lavori in quota (art. 111 D.Lgs 81/2008) Il datore di lavoro, nei casi in cui i lavori temporanei in quota non possono essere eseguiti in condizioni di sicurezza e in condizioni ergonomiche adeguate a partire da un luogo adatto allo scopo, sceglie le attrezzature di lavoro più idonee a garantire e mantenere condizioni di lavoro sicure , in conformità ai seguenti criteri:

a) priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale ;

b) dimensioni delle attrezzature di lavoro confacenti alla natura dei lavori da eseguire, alle sollecitazioni prevedibili e ad una circolazione priva di rischi. ATTREZZATURE SPECIFICHE

  • Ponteggi
  • Trabattelli o ponti su ruote
  • Funi
  • Scale portatili
  • Piattaforme di lavoro in elevazione (P.L.E.)

La disciplina del Testo Unico riguarda la gestione della prevenzione nei luoghi di lavoro con riferimento a tutti i settori di attività. Sono pertanto individuate alcune figure che ricoprono ruoli significativi all’interno dell’impresa cui sono riconnessi rilevanti profili di responsabilità. Tali ruoli significativi comportano la titolarità di posizioni di garanzia, rispetto all’incolumità fisica e psichica dei lavoratori, derivanti dal complesso di norme che disciplinano la materia antinfortunistica . Dette posizioni di garanzia comportano l’obbligo di predisporre le idonee misure di sicurezza e di impedire il verificarsi di eventi lesivi per i lavoratori, conseguendo all’eventuale omissione delle misure di sicurezza e al mancato rispetto degli obblighi di prevenzione la responsabilità penale personale del titolare .

La presentazione presenta l'organizzazione del cantiere, l'impresa affidataria, le imprese esecutrici ed i lavoratori autonomi e gli OBBLIGHI DEL COORDINATORE PER LA PROGETTAZIONE in base all'art. 91 del dlgs 81 e quindi la redazione del PSC e Fascicolo dell'opera, i ponteggi ed il PIMUS e l'ITER gestionale del PIMUS

sicurezza_cantieriGli aspetti  normativi, documentali ed applicativi per il CEL nei lavori in quota

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231