Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

24 Gennaio 2021

Il Modello Organizzativo ex. D.lgs. 231/2001è obbligatorio?.

Il Modello Organizzativo ex D.lgs. 231/01 è applicabile a qualsiasi realtà aziendale, a prescindere dall’attività svolta, dalle dimensioni assunte, dalla tipologia di mercato di riferimento e dalla struttura aziendale. L’adozione di un modello realizzato non è obbligatoria e in base alle esigente dell’ente porta a diversi benefici: esonero della responsabilità della società per gli illeciti realizzati da amministratori e dipendenti; esonero della responsabilità degli amministratori nei confronti dei soci per la mancata adozione del modello; riorganizzazione interna dovuta all’introduzione del modello e alla revisione delle procedure; miglioramento del sistema di gestione delle deleghe, delle funzioni e delle responsabilità aziendali; miglioramento dell’immagine aziendale verso l’ambiente esterno. Il nostro intervento inizia con la   raccolta di informazioni, l'analisi documentale e lo studio dei processi, della struttura organizzativa in essere (organigramma, centri di responsabilità, tipologia di attività, ecc…) prosegue con: la  mappatura dei rischi di reato in base alla tipologia di azienda; la realizzazione del Modello 231 e del Codice Etico aziendale; l’implementazione dell’Organismo di Vigilanza; l’assistenza e partecipazione all’organismo stesso come membro ODV. Nel tempo eseguiamo l'attività di monitoraggio e assistenza post adozione modello 231 tramite consulenza per l’aggiornamento continuo del modello in base all’evoluzione normativa e ai cambiamenti e ai rischi aziendali. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
Leggi altri articoli della categoria dlgs 231, ente, modiq, ODV, reato, RSPP, sanzioni
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,