Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

5 maggio 2017

Il World Class Manufacturing e le relazioni industriali in Fiat Chrysler Automobiles

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

Di Rossana Labonia Università della Calabria Facoltà di Scienze Politiche

Il World Class Manufacturing e le relazioni industriali in Fiat Chrysler Automobiles

E-learningW.C.M è l'acronimo di World Class Manufacturing che qualifica molti tra i più importanti costruttori di beni e servizi mondiali. La metodologia TPM (Total Productive Maintenance), le logiche Lean Manufacturing (Produzione snella) ed il Total Quality Management, sono stati integrati, e sono la base del W.C.M (World Class Manufacturing) che, pur basandosi su moltissimi concetti del TPM / TQM si differenzia da questi in quanto alla base della scelta delle strategie e degli impianti "critici" (in gergo detti " da aggredire") vi è il cosiddetto Cost Deployment. Ciò significa che il gruppo di lavoro affronta le problematiche, siano esse manutentive, logistiche, qualitative, di sicurezza, organizzative, di organizzazione del posto di lavoro, sulla base della loro incidenza economica. Le attività di tutti i team sono orientate alla realizzazione di progetti (Kaizen) i cui obiettivi sono: zero difetti, zero guasti, zero incidenti e zero scorte, finalizzate ad una generale riduzione dei costi dello stabilimento. Questa nuova metodologia si sta diffondendo laddove si vuole controllare e ridurre i costi produttivi in maniera sistemica e con metodi riferibili ed oggettivabili. Per apporfondire proponiamo un documento di Rossana Labonia su Il World Class Manufacturing e le relazioni industriali in Fiat Chrysler Automobiles:

Analisi del World Class Manufacturing e del ruolo e delle strategie del sindacato all’interno del “nuovo” programma organizzativo Dalla lean production alla fabbrica World Class Che cos’è il World Class Manufacturing? “Un nuovo modo di guardare all’organizzazione, un metodologia di miglioramento continuo delle prestazioni della fabbrica, attraverso cui si riescono ad ottenere importanti vantaggi di competitività relativi a qualità, costi e tempi di risposta” Dalla lean production alla fabbrica World Class 1) Just in Time 2) Autoattivazione 3) Coinvolgimento dei lavoratori I pilastri del WCM 1) Qual è il collegamento tra questo nuovo paradigma organizzativo, sperimentato dal 2006 in poi, e le relazioni industriali? In particolare, il WCM, centrato sul coinvolgimento attivo dei lavoratori, richiede o meno l’intermediazione del sindacato? Q uali caratteristiche deve avere (partecipativo o conflittuale)? 2 ) Qual è il ruolo del sindacato e la sua effettiva partecipazione all’interno dell’azienda? HRM vs Relazioni industriali (complementari o alternative)? 3 ) Esistono ancora dei meccanismi di tipo partecipativo, rappresentato dalle commissioni? Queste funzionano effettivamente o il coinvolgimento del sindacato è solo formale? Considerazioni metodologiche e strumenti della Ricerca

E-learningIl World Class Manufacturing e le relazioni industriali in Fiat Chrysler Automobiles

 
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,