Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

19 febbraio 2016

Immobili in comodato: i Comuni non possono equipararli alla prima casa

19/02/2016 – Poiché dal 2016 gli immobili dati in comodato d’uso a figli o genitori godono di uno sconto del 50% sulla base imponibile, i Comuni non potranno più equiparare tali unità immobiliari all’abitazione principale. A chiarirlo il Ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef), nella risoluzione 1/2016 in cui risponde ai dubbi dei Comuni alle prese con le novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 sulle case date in comodato. Case in comodato: nel 2016 non equiparabili all’abitazione principale Il Ministero ha spiegato che la Legge di Stabilità 2016 ha abrogato la disposizione che permetteva ai Comuni di equiparare all’abitazione principale, a determinate condizioni, l’unità immobiliare concessa in comodato ai parenti in linea retta entro il primo grado, utilizzata come prima casa. Questo perché tale forma di equiparazione determinerebbe.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231