Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

4 settembre 2015

In attesa del condono i lavori possono continuare

04/09/2015 – È possibile proseguire i lavori mentre si attende la pronuncia del Comune su una domanda di condono. Per farlo non bisogna però stravolgere l’immobile, rendendo impossibile all’Amministrazione l’esame della domanda sui lavori abusivi realizzati inizialmente. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 3943/2015. Nel caso preso in esame, il proprietario di un immobile, che aveva effettuato degli interventi senza le dovute autorizzazioni, aveva presentato domanda di condono edilizio. Il Comune aveva però rigettato l’istanza dopo aver rilevato l’esecuzione di ulteriori opere, che avevano determinato uno stato di fatto diverso da quello dichiarato. Per questo motivo aveva ordinato la demolizione degli abusi. Dopo il ricorso presentato dal proprietario dell’immobile, il Tribunale Amministrativo aveva dato ragione al Comune, convalidando l’ordine di demolizione, perché a suo.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231