Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

27 settembre 2012

INAIL – Agenti chimici pericolosi: istruzioni per l’uso

agenti chimici pericolosi

25 settembre 2012. L'INAIL ha realizzato due opuscoli per sostenere i formatori in azienda nella promozione di un momento di confronto coi lavoratori sui temi del rischio legato a queste sostanze. I prodotti offrono una disamina dei diversi regolamenti europei e una sintesi delle principali misure di sicurezza e igiene da applicare nei comparti produttivi

ROMA - Aiutare chi si occupa della formazione in azienda nella promozione di un momento di confronto coi lavoratori sui temi del rischio chimico: è questo l'obiettivo alla base dei nuovi opuscoli informativi realizzati dall'INAIL "Agenti chimici: Istruzioni ad uso dei lavoratori" e "Sostanze chimiche: istruzioni per l'uso". I due prodotti, diffusi insieme come prodotto unico, saranno distribuiti gratuitamente nell'ambito della prossima manifestazione "Ambiente e Lavoro" di Modena, l'11 e il 12 ottobre prossimi, ai partecipanti al convegno Reach 2012 e, a breve, saranno scaricabili gratuitamente da questo portale. La versione cartacea può essere richiesta all'INAIL, seguendo le indicazioni presenti nel sito. Si tratta di un argomento di grande attualità, sia perché contemplato dal recente accordo Stato/Regioni sia a seguito delle modifiche dei criteri di classificazione di sostanze e preparati (simboli di pericolo, pittogrammi, avvertenze, etc).

I riferimenti al Testo unico sulla sicurezza. L'opuscolo "Agenti chimici pericolosi: istruzioni ad uso dei lavoratori", contiene una semplice sintesi dei regolamenti emanati in materia dall'Unione europea - Reach, Clp e Ue n.453/2010 - e fa riferimento al titolo IX, capo I, del Testo Unico sulla sicurezza (dlgs 81/08 e seguenti modifiche e/o integrazioni), là dove si "determina i requisiti minimi per la protezione dei lavoratori contro i rischi per la salute e la sicurezza che derivano, o possono derivare, dagli effetti di agenti chimici presenti sul luogo di lavoro o come risultato di ogni attività lavorativa che comporti la presenza di agenti chimici".

Un alto livello di approfondimento. Il volume si articola in vari moduli formativi, ciascuno dei quali rappresenta un capitolo, relativi rispettivamente alla diffusione del rischio chimico, alle sostanze pericolose nei luoghi di lavoro, al regolamento Reach e alla circolazione di sostanze chimiche in Unione europea, al Regolamento Clp e alla scheda dati di sicurezza (Sds). Ogni singolo tema è trattato in modo da permettere al formatore di affrontare la tematica nella sua completezza e non è necessariamente legato agli altri. Il linguaggio scelto è semplice e divulgativo, ma il livello di approfondimento dei temi rende l'opuscolo adatto anche alle categorie più preparate.

Manipolazione, stoccaggio e dismissione: ecco cosa fare. Il secondo volume, "Sostanze chimiche: istruzioni per l'uso", è rivolto ai lavoratori dei diversi comparti produttivi e riguarda le corrette modalità di gestione degli agenti chimici. Sotto forma di brevi istruzioni viene fornita una sintesi delle principali misure di sicurezza e igiene da applicare (per esempio, nella manipolazione, nello stoccaggio e nella dismissione degli agenti chimici pericolosi, nella gestione dei DPI e nella sorveglianza sanitaria). Ogni istruzione, ancora, è accompagnata da una piccola frase di commento che cerca di sintetizzare in modo efficace e chiaro le motivazioni per cui è necessario rispettare un corretto comportamento.

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria