Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

30 agosto 2012

INAIL – Al via la XIV edizione dei Giochi Paralimpici

Al via le Paralimpiadi

30 agosto 2012. Non ha deluso le aspettative la cerimonia di apertura allo Stadio Olimpico di Londra, che ha proposto una riflessione a tutto campo su origine dell'universo, razionalità, illuminismo e diritti umani. Già assegnate le prime medaglie

LONDRA - Prima giornata di gare della XIV edizione delle Paralimpiadi, inaugurate ieri sera con la cerimonia di apertura all'Olympic Stadium di Londra, che ha riacceso le sue luci 17 giorni dopo la chiusura dei Giochi Olimpici. Se la cerimonia di un mese fa ruotava intorno alla Gran Bretagna e alla sua storia, lo spettacolo di ieri era all'insegna della ragione e dei diritti, fra illuminismo, origine dell'universo, legge di gravità, inviti a soddisfare la propria curiosità e a non pensare che i limiti e i confini siano invalicabili. La razionalità delle leggi dell'universo e l'avvento delle leggi del diritto, a partire dalla Dichiarazione Universale dei diritti dell'uomo.

Un grande show aperto dall'esibizione di Aerobility. Una rappresentazione in grande stile che non ha deluso le aspettative per un'edizione delle Paralimpiadi che si appresta a battere molti record, a partire dal numero degli atleti partecipanti, 4.200 provenienti da 166 Paesi, e dei biglietti venduti, ben 2,3 milioni. Stadio gremito da più di 80mila spettatori, che hanno apprezzato il lungo show dai ritmi intensi, aperto da un'esibizione aerea curata da Aerobility, associazione britannica che insegna alle persone con disabilità, anche mentale, come diventare piloti. Poi ecco i due protagonisti del racconto voluto da Jenny Sealey e Bradley Hemmings, i due direttori artistici dello spettacolo: Miranda, la protagonista della "Tempesta" di Shakespeare, che viene guidata in un cammino di conoscenza da Stephen Hawking, il più celebre scienziato britannico.

Al fianco della regina un traduttore nella lingua dei segni. È stata la regina Elisabetta II, primo monarca della storia a prendere parte in uno stesso anno alla cerimonia di apertura di Olimpiadi e Paralimpiadi, a dichiarare ufficialmente aperti i XIV Giochi Paralimpici. Al suo fianco, oltre al nipote William con la moglie Kate e il presidente del Comitato internazionale paralimpico, Philip Craven, anche un traduttore che ha "aperto" la manifestazione nella lingua dei segni, a ulteriore conferma di un'organizzazione complessiva che ha aperto nuove strade in fatto di accessibilità e inclusione. Margaret Maughan, medaglia d'oro per la Gran Bretagna alle prime Paralimpiadi di Roma nel 1960, ha acceso il braciere e la cerimonia si è chiusa sulle note di "I am what I am", io sono ciò che sono, cantato da Beverley Knight e dal pubblico con il linguaggio dei segni.

In tribuna il ministro Fornero e il presidente del Coni Petrucci. Fra i due spezzoni di spettacolo, festoso e colorato l'ingresso delle nazioni. Un torpedone che per circa un'ora e mezza si è dispiegato lungo la pista dell'Olympic Stadium. Delegazioni numerosissime, come quelle di Francia, Spagna, Sudafrica, Stati Uniti e Gran Bretagna, o molto contenute nei numeri. A guidare l'Italia, in qualità di portabandiera, c'era Oscar De Pellegrin che ha sfilato lungo l'anello dell'Olympic Stadium sventolando il tricolore alla testa dei 97 atleti azzurri che compongono la delegazione italiana. Tra i presenti alla cerimonia, il ministro del Lavoro e delle Pari Opportunità, Elsa Fornero, in rappresentanza del governo italiano, e i vertici del Coni con il presidente Gianni Petrucci e il segretario generale Raffaele Pagnozzi. Petrucci e Pagnozzi avevano raggiunto Londra in mattinata accolti dal presidente del Comitato italiano paralimpico, Luca Pancalli, e dal segretario e capomissione olimpico, Giunio De Sanctis.

Esordio amaro per l'Italia del basket in carrozzina. Oggi, intanto, sono iniziate le prime competizioni con equitazione, goalball, tennis tavolo, tiro a segno, basket in carrozzina, ciclismo su pista, nuoto, judo, sollevamento pesi, pallavolo da seduti e tiro con l'arco. Primo oro per la cinese Zhang nella carabina in piedi da 10 metri femminile, categoria SH1, mentre finora sono poche le soddisfazioni per gli atleti azzurri. Brucia, in particolare, l'esordio amarissimo della squadra maschile di basket in carrozzina, che non è mai riuscita a entrare in partita con la Spagna, finendo sconfitta con un passivo di 27 punti: 67-40.

Per saperne di più:

Speciale Paralimpiadi Londra 2012

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria