Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

12 ottobre 2012

INAIL – Barcolana di Trieste, INAIL e Cip ai nastri di partenza con 16 equipaggi

Barcolana

12 ottobre 2012. Grazie alla sinergia con il Comitato italiano paralimpico, domenica alcuni assistiti dell'Istituto del Friuli Venezia Giulia e del Veneto prenderanno parte alla 44esima edizione della celebre regata velica. Un'occasione per avvicinare gli infortunati alla pratica sportiva, proseguendo nel solco tracciato dai recenti Giochi di Londra

TRIESTE - Saranno 16 gli equipaggi composti da assistiti INAIL che domenica mattina si presenteranno ai nastri di partenza della 44esima edizione della Barcolana, la celebre regata velica che dal 1969 si svolge ogni anno la seconda domenica di ottobre nelle acque del golfo di Trieste.

Una sfida emozionante per gli appassionati del mare. Anche quella di domenica 14 ottobre promette di essere, come sempre, una grande festa per gli appassionati del mare, alla quale alcuni assistiti INAIL del Friuli Venezia Giulia potranno prendere parte come atleti grazie alla sinergia tra il Comitato italiano paralimpico (Cip) e la direzione regionale dell'Istituto, vivendo l'emozionante sfida della Barcolana a bordo delle imbarcazioni Smile, Doride Alpha 34, Brava, Micimacò, Sotiria-Comet, Anna Moody, Mara Bavaria44, Mambo Salona 45, Windi Sun Odissey, Lucia Marchi 47, Krisna Jongert.

Al molo 4 uno stand informativo. In attesa della partenza della regata, fissata alle ore 10 di domenica mattina, a partire da domani, sabato 13 ottobre, al molo 4, nei pressi del punto di approdo delle migliaia di imbarcazioni che parteciperanno all'evento, sarà allestito uno stand Cip-INAIL che fungerà da punto di ritrovo e da sportello informativo sulle attività promosse dall'Istituto e dal Comitato italiano paralimpico a favore del mondo della disabilità e dello sport.

"Con lo sport si superano ostacoli insormontabili"."Come dimostrano anche le recenti gare paralimpiche di Londra, lo sport aiuta a superare ostacoli all'apparenza insormontabili - sottolinea Carmela Sidoti, direttore regionale dell'INAIL Friuli Venezia Giulia - L'Istituto ne ha una colpevolezza antica. Non a caso è stato tra i promotori dei primi Giochi paralimpici del 1960 a Roma, e ancora oggi proseguiamo questo impegno nell'auspicio di avvicinare sempre di più gli infortunati alla pratica sportiva. A questo scopo, a partire dal 10 ottobre abbiamo anche inaugurato l'apertura di sportelli presidiati dagli amici del Cip all'interno delle sedi INAIL della nostra regione".

In acqua anche grazie al progetto "Sailing". Avvicinare allo sport, e nello specifico al mondo della vela, le persone disabili è anche l'obiettivo del progetto "Sailing in Barcolana", ideato in Veneto dalla direzione regionale dell'INAIL e dal Cip sulla base di uno specifico protocollo di intesa, grazie al quale per un gruppo di disabili assistiti dalla sede veneziana dell'Istituto sarà possibile anche quest'anno cimentarsi nella regata di Trieste. Le squadre con equipaggio misto che hanno già avuto successo nelle attività estive svolte nelle acque del litorale veneziano, con la collaborazione tecnica offerta dai circoli velici "Vela Mestre per tutti" e "Mariclea", sono cinque: Sun (con armatore Rizzi), Denaide (Furlan), Euphoria (Cirillo), Squalo Bianco (Michelin) e Siddharta (Scarpa).

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria