Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

14 dicembre 2012

INAIL – “Capacità nascoste”: arriva il “diversamente thriller” che vince e avvince

Capacità nascoste

14 dicembre 2012. Curata da Sergio Rilletti ed Elio Marracci e pubblicata da No Reply, questa antologia tutta italiana vede 25 scrittori di genere cimentarsi in storie noir dove i protagonisti sono tutti affetti da handicap e - grazie a questi - riescono a cavarsela in situazioni di pericolo. Un bell'esempio di cultura pop al servizio del divertimento intelligente

ROMA - Nasce un nuovo genere nella letteratura italiana: il "diversamente thriller". Ovvero storie ad alta tensione, che tengono il lettore col fiato sospeso fino all'ultima parola, ma caratterizzate - nella costruzione narrativa - da un importante comune denominatore: il protagonista è disabile. "Capacità nascoste" è il titolo della prima antologia "diversamente thriller" mai realizzata: uscita in questi giorni in libreria per i tipi della No Reply, il volume è composto da 25 storie firmate da nomi prestigiosi della scrittura "di genere" ed è curata da Sergio Rilletti, autore "diversamente abile" noto per la serie giallo-umoristica "Mister Noir" e da Elio Marracci, esperto di narrativa noir.

Il progetto ribalta lo stereotipo della disabilità come limite. Elemento vincente/avvincente di questo progetto è ribaltare l'immagine dell'handicap come "limite" della persona. "I protagonisti delle storie sono tutti affetti da diverse disabilità - spiega nella prefazione lo stesso Rilletti, ideatore di ogni racconto del volume - e riescono a cavarsela in situazioni di pericolo grazie alle proprie capacità". Sono passate in rassegna, così, diverse tipologie di disabilità: dalla signora costretta alla sedia a ruote che si vendica di chi l'ha resa tale al cieco che si perde in una foresta e dovrà fare affidamento sulle proprie capacità di orientamento, dal ragazzo paralitico che riesce ad avere la meglio su alcuni rapinatori a una donna anziana, vittima dell'Alzheimer, che in un raro momento di lucidità fa uscire allo scoperto una ladra, e così via. "I racconti - precisa Riletti - spaziano dal mistery all'urban legend, dal fantastico all'umoristico, dall'action al realistico-sentimentale, dallo spionistico al bellico, in cui non mancano le ispirazioni a fatti reali e le contaminazioni tra diversi generi".

Coinvolti tanti nomi apprezzati della nostra letteratura. Hanno prestato il proprio talento al progetto nomi apprezzati quali Andrea G. Pinketts, Claudia Salvatori, Marilù Oliva, Luca Crovi, Andrea Carlo Cappi, Patrizia Debocke Van Der Noot, Giuseppe Lippi, Giuseppe Cozzolino e Brubo Pezone. "L'entusiasmo che ha suscitato questa iniziativa negli scrittori è stato tale che si è imposta una cernita - continua Riletti - e gli autori che fanno parte di questa antologia sono quelli che hanno aderito meglio alla nostra mission, accettando anche di modificare il proprio racconto o, addirittura, provando a scriverne un secondo pur di entrarvi (...) Alcuni si sono attenuti scrupolosamente alle nostre indicazioni, altri invece le hanno un po' "interpretate"; ma, comunque, tutti hanno dimostrato come le persone diversamente abili, se necessario, possano affrontare situazioni e compiere azioni assolutamente fuori dall'ordinario".

Seguiteci anche su Facebook, Twitter e YouTube

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria