Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

9 agosto 2012

INAIL – Febbre da Parampiadi: l’effetto Pistorius scatena la corsa ai biglietti

logo Paralimpiadi 2012

9 agosto 2012. Impennata delle vendite grazie al velocista sudafricano che ha gareggiato anche nelle sfide riservate agli atleti normodotati. A 20 giorni dall'inizio delle competizioni i tagliandi strappati sono 1,4 milioni e ne restano 900mila disponibili. In caso di 'sold out' l'edizione britannica supererà il grande successo della precedente di Pechino

LONDRA - Forte anche del comprensibile 'effetto Pistorius' , l'edizione britannica delle Paralimpiadi sta registrando una corsa ai biglietti che lascia sperare di infrangere il record del milione e 800mila pezzi strappati nella precedente edizione di Pechino. Al momento le vendite hanno raggiunto quota 1,4 milioni di tagliandi e, a 20 giorni dall'inizio delle competizioni, ne restano ancora 900mila disponibili. Facile prevedere, dunque, la possibilità del sorpasso. Ovviamente la gara più attesa è quella dove parteciperà il velocista sudafricano che - chiamato a sfidare anche i colleghi 'normodati' nei 400 metri piani e nella staffetta - ha attirato su di sé i riflettori di tutto il mondo.

Previsti impianti colmi di spettatori. Lo sport paralimpico, insomma, sembra avere tutte le chance di trovare finalmente una grossa partecipazione in termini di audience. "'Vogliamo che gli impianti siano pieni di spettatori - ha detto Tim Hollingsworth, capo della British Paralympic Association - I nostri atleti non vedono l'ora di partecipare a quella che promette di essere la Paralimpiade più di successo di sempre. Da quando sono iniziate le Olimpiadi il paese è stato colpito da una vera e propria febbre da giochi e abbiamo notato un incremento nella richiesta dei biglietti. Le vendite sono state più marcate rispetto a ogni altra edizione".

Una seconda chance per chi non ha trovato i biglietti per le Olimpiadi. Oltre all'effetto Pistorius, inoltre, c'è anche da considerare la delusione di chi non è riuscito ad acquistare biglietti per le Olimpiadi e, quindi, ha deciso di ritentare la sorte alle Paralimpiadi. Circa 200mila biglietti sono stati infatti assegnati nel solo mese di giugno. L'International Paralympic Committee ha poi rivelato che il traffico sul suo sito è triplicato dall'inizio dei giochi di Londra 2012. Gli organizzatori sperano a questo punto che anche le discipline sulla carta meno 'prestigiose' possano contare su un buon risultato di pubblico.

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria