Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

12 dicembre 2012

INAIL – Montaggio palchi, a Trieste un seminario nazionale per spettacoli sicuri

La struttura crollata al PalaTrieste

12 dicembre 2012. A un anno dall'infortunio costato la vita a Francesco Pinna, il giovane lavoratore travolto dal crollo del palco in allestimento per un concerto di Jovanotti, il capoluogo giuliano ospita un incontro formativo con più di venti tra i massimi esperti del settore, organizzato dalla direzione regionale Inail insieme al Comune e all'Azienda sanitaria locale

TRIESTE - Riunire istituzioni, tecnici della sicurezza e professionisti del mondo dello spettacolo di tutta Italia per discutere della sicurezza nel montaggio e smontaggio dei palchi per lo spettacolo e condividere le esperienze virtuose. Questo lo scopo del seminario nazionale sul tema "La sicurezza nel montaggio e smontaggio dei palchi per lo spettacolo. Dalla conoscenza alle azioni di prevenzione", in programma domani, giovedì 13 dicembre, presso il Ridotto del Teatro Verdi di Trieste.

È il completamento di un percorso di riflessione e approfondimento. In apertura dei lavori sarà ricordato Francesco Pinna, il ventenne morto al PalaTrieste esattamente un anno fa, il 12 dicembre 2011, nel crollo dell'impalcatura in corso di allestimento per un concerto del tour di Jovanotti. Dopo questa terribile tragedia - bissata pochi mesi dopo a Reggio Calabria con la morte in circostanze analoghe del 32enne Matteo Armellini durante i preparativi per un concerto di Laura Pausini - si era aperto un percorso di riflessione e approfondimento che trova completamento proprio nel seminario organizzato nel capoluogo giuliano, un appuntamento scientifico che ha ricevuto anche l'adesione del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. L'evento, organizzato dalla direzione regionale Inail del Friuli Venezia Giulia, dal Comune di Trieste e dall'Azienda per i Servizi Sanitari n. 1 "Triestina", ha ottenuto il patrocinio del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e il partenariato del Coordinamento Tecnico Interregionale della Prevenzione nei Luoghi di Lavoro, di Federsanità Anci e della Fondazione Teatro Lirico "Giuseppe Verdi".

"Un settore trascurato a lungo da iniziative di studio e prevenzione". Nella prima parte del seminario sono previsti gli interventi del sindaco Roberto Cosolini, del prefetto Francesca Adelaide Garufi, del vicepresidente della Giunta regionale Luca Ciriani, del direttore generale dell'Ass 1 Fabio Samani, del direttore regionale dell'Inail Carmela Sidoti, di Michele Candreva, del ministero del Lavoro, e di Gianna Da Ronch, responsabile della direzione regionale del Lavoro. Le conclusioni, invece, saranno affidate al senatore Felice Casson. "Questa vasta adesione istituzionale - commenta Carmela Sidoti - esprime chiaramente il fatto che tutti gli operatori della sicurezza, pubblici e privati, hanno compreso la necessità di creare confronti strutturati e condivisi per contribuire al miglioramento delle condizioni di sicurezza in un settore lavorativo per troppo tempo trascurato dalle iniziative di studio e prevenzione".

Tra maggio e ottobre un corso di formazione anche in Toscana. Il montaggio e lo smontaggio dei palchi per spettacoli era anche il tema al centro del percorso formativo di 40 ore promosso da Inail Toscana tra maggio e ottobre, in collaborazione con la facoltà di Architettura dell'Università di Firenze e con il contributo di organismi specializzati del settore. Un importante momento di prevenzione, articolato in due giornate teoriche e tre pratiche, che ha rappresentato il primo passo verso la definizione di specifiche linee guida destinate agli addetti ai lavori impegnati in questo settore particolarmente complesso.

Seguiteci anche su Facebook, Twitter e YouTube

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria