Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

2 ottobre 2012

INAIL – Paralimpiadi 2012. Alex Zanardi eletto atleta simbolo dell’evento

Alex Zanardi

2 ottobre 2012. L'asso dell'handbike ha spopolato nel sondaggio online promosso dal Comitato paralimpico internazionale. A suo favore quasi 30mila voti: un distacco irraggiungibile rispetto agli altri candidati che ha spinto i promotori a chiudere in anticipo la votazione. Il ringraziamento ai fans: "Mi avete messo in testa con un giro di vantaggio"

ROMA - Da campione a campione del mondo, a simbolo paralimpico. Alex Zanardi suggella il suo trionfo definitivo ai Giochi di Londra 2012: è lui l'atleta più rappresentativo dell'evento secondo gli esiti del sondaggio promosso, la scorsa settimana, dal Comitato paralimpico Internazionale. Zanardi era in lizza come "atleta del mese", in riferimento al periodo agosto/settembre, momento in cui si sono disputate le competizioni. Portabandiera azzurro alla cerimonia di chiusura, l'atleta bolognese è tornato in Italia con un palmarès spettacolare: due medaglie d'oro e una d'argento, vinte con l'handbike. Il Cip non ha neanche aspettato i tempi stabiliti per la conclusione delle rilevazioni: con quasi 30mila voti a suo favore Alex - questa volta anche senza la sua bicicletta - è stato irraggiungibile. Il successo sta spingendo i promotori a valutare l'opportunità di una consegna ufficiale del riconoscimento, il 12 ottobre prossimo, in occasione della Giornata nazionale dello sport paralimpico.

A determinare la vittoria telematica di Zanardi un tam tam inarrestabile, attivato da mobilitazione del web e nei social network, in particolare Facebook a Twitter. Alex, in particolare, ha avuto il sostegno di Bebe Vio, la schermitrice paralimpica che è stata tedofora a Londra in rappresentanza dei futuri paralimpici e che ha tifato per lui a Brands Hatch. E soltanto il giornalista Luca Corsolini ha messo in moto migliaia di tweet che hanno avuto, a loro volta, un effetto domino eclatante. Alex stesso non si è tirato indietro nella sfida, postando un "cinguettio" d'incoraggiamento: "Vi piacerebbe allungare il ricordo dei miei ori a Londra?". Grande la sua gioia nel vedere la portata d'affetto che ha saputo mobilitare: "Grazie, mi avete messo in testa con un giro di vantaggio!!! - ha scritto in un altro tweet - Emozionato e commosso dell'affetto che mi avete dimostrato".

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria