Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

4 ottobre 2012

INAIL – Sul turismo accessibile non soffiano i venti della crisi

turismo accessibile

3 ottobre 2012. Malgrado la contingenza difficile, Roberto Vitali, presidente e fondatore di Village for all, analizza il momento positivo del settore: "Le nostre aziende non parlano di recessione: la dimostrazione più evidente è la soddisfazione degli associati al nostro network internazionale, con aderenti in tutta Italia e in Croazia"

ROMA - "Le aziende che investono sulla qualità dei servizi e che, quindi, si propongono come strutture accessibili a tutti non risentono della crisi". Roberto Vitali, presidente e fondatore di Village for all, il primo network internazionale di strutture turistiche che offrono servizi per tutti e marchio di qualità del turismo accessibile, malgrado la difficile recessione, valuta positivamente il 2012. Gli hotel, i campeggi, i villaggi e gli agriturismi aderenti al network sembrano, infatti, ragionare più in termini di sviluppo e di servizi, a dimostrazione di quanta sia forte e importante la domanda di questa specifica fascia di mercato.

L'intervento di Vitali si è svolto durante la recente conferenza di sistema di Confcommercio. L'appuntamento annuale - dedicato al tema "Protagonisti nel cambiamento" - si è tenuto a Cala Chia in Sardegna e ha ospitato la testimonianza di alcune iniziative imprenditoriali presentate come "case studies" di successo agli oltre 600 tra presidenti e direttori di Confcommercio intervenuti.

"Puntare sulla qualità dei servizi e dell'accoglienza è, in campo turistico, un'evidente ricetta anti-crisi - ha valutato Vitali - La dimostrazione più evidente è la soddisfazione degli associati al nostro network internazionale, con aderenti in tutta Italia e in Croazia, i cui risultati, sia nel segmento del turismo per tutti sia in generale nelle presenze, testimoniano in modo concreto come la contrazione del mercato possa essere attenuata migliorando la propria offerta e ampliando il bacino di potenziali clienti".

(Fonte: Superabile)

Seguiteci anche su Facebook e su Twitter

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria