Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

16 febbraio 2017

Incompiute, nei piani triennali delle opere pubbliche saranno la priorità

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23116/02/2017 – La gestione delle incompiute sarà la priorità della programmazione triennale delle opere pubbliche. Lo prevede il decreto attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), messo a punto dal Ministero delle Infrastrutture (Mit), che ha ottenuto il via libera dal Consiglio di Stato col parere 351/2017. Il decreto tende, in generale, a responsabilizzare le Amministrazioni già nella fase della programmazione delle opere, per evitare ritardi e la collocazione inefficiente delle risorse spese. Programmazione e incompiute, il decreto attuativo del Codice Fino ad ora, ha rilevato il Consiglio di Stato, il legislatore ha dedicato maggiore attenzione alla selezione del contraente rispetto alla fase di programmazione. Si tratta di un approccio che ha causato l’interruzione in itinere di molte opere, che sono rimaste incompiute. L’esperienza ha quindi insegnato che il momento della programmazione è fondamentale per.. Continua a leggere su Edilportale.com