Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

26 ottobre 2015

Ingegneri dipendenti pubblici, non sempre l’iscrizione all’albo deve pagarla l’Ente

26/10/2015 – Per gli ingegneri dipendenti pubblici non è automatico il diritto al rimborso della tassa di iscrizione all’albo, perchè ci sono attività interne alla Pubblica Amministrazione (PA) per cui è previsto il solo obbligo di abilitazione professionale. Questa l’opinione del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) in merito alla sentenza 7776/2015 con cui la Cassazione (in una vertenza tra l’INPS ed un Avvocato dipendente pubblico) ha stabilito che il rimborso della tassa annuale di iscrizione all’Albo degli avvocati dovesse essere corrisposto dall’ente pubblico datore di lavoro. La sentenza era stata ripresa anche dal Consiglio Nazionale Architetti che aveva inteso estendibile anche agli architetti il principio secondo sui l’Ente di appartenenza deve rimborsare al proprio dipendente la tassa annuale di iscrizione all’Albo professionale. Il CNI, in una circolare, ha voluto chiarire.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231