Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

21 gennaio 2015

Ingegneri stranieri: ecco cosa fare per esercitare in Italia

21/01/2014 – Pubblicato in Gazzetta il Decreto 200/2014 contenente il Regolamento recante misure compensative per l’esercizio della professione d’ingegnere per coloro che abbiano conseguito il titolo all’estero ma abbiano bisogno di misure compensative per esercitare la professione in Italia.   Il Regolamento attua quanto previsto dall’art 24 del DL 206/2007 relativamente al riconoscimento delle qualifiche professionali all’interno dell’Unione Europea in attuazione della Direttiva 2005/36/Ce.   Secondo il DL 206/2007, nel caso di differenze tra i percorsi formativi italiani e quelli esteri, è necessario che il professionista integri le sue competenze sostenendo un esame attitudinale o svolgendo un tirocinio della durata massima di tre anni. Infatti, per le professioni regolamentate aventi ripercussioni in materia di pubblica sicurezza o di sanità pubblica, le Autorità competenti, prima della prima prestazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria PROFESSIONE