Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

24 novembre 2014

Inquinamento acustico, quando si ha diritto al risarcimento

24/11/2014 – Quando un impianto emette rumori oltre la soglia consentita, si verifica un illecito anche se l’impianto è a norma dal punto di vista dell’installazione e della manutenzione e chi si sente danneggiato ha diritto al risarcimento. Lo ha chiarito la Corte di Cassazione con la sentenza 23283/2014.   Nel caso preso in esame, due coniugi lamentavano il forte rumore derivante dall’impianto termico condominiale e chiedevano che il condominio realizzasse gli interventi per la minimizzazione dell’impatto acustico e risarcisse il danno causato.   La richiesta era stata respinta dal Tribunale, ma la Cassazione ha successivamente ribaltato la situazione.   Secondo la Cassazione, con l’articolo 844 del Codice Civile si crea una tutela i diritti dei proprietari contro le immissioni rumorose o da altre fonti. Ciò significa che, anche se l’impianto è usato in modo normale, se si supera la soglia consentita..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria