Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

26 giugno 2015

Interpelli sicurezza lavoro 24 giugno 2015

interpelli sicurezza sul lavoro 24 giugno 2015

segnaletica stradale, docente formatore, imprese familiari, formazione e valutazione dei rischi, locali interrati e seminterrati

26 giugno 2015. Pubblicati dal Ministero del Lavoro una sequenza di interpelli riguardanti la salute e la sicurezza sul lavoro datati 24 giugno 2015.

interpelli sicurezza lavoroINTERPELLI PUBBLICATI Anno 2015 24/06/2015 - n. 5/2015 destinatario: Consiglio Nazionale degli Ingegneri istanza: interpretazione dell’art. 65 del d.lgs. n. 81/2008 sui locali interrati e seminterrati 24/06/2015 - n. 4/2015 destinatario: Associazione Nazionale Costruttori Edili (ANCE) istanza: formazione e valutazione dei rischi per singole mansioni ricomprese tra le attività di una medesima figura professionale 24/06/2015 - n. 3/2015 destinatario: Federazione Nazionale UGL Sanità istanza: applicazione dell’art. 96 del d.lgs. n. 81/2008 alle imprese familiari 24/06/2015 - n. 2/2015 destinatario: Consiglio Nazionale degli Ingegneri istanza: criteri di qualificazione del docente formatore in materia di salute e sicurezza sul lavoro 24/06/2015 - n. 1/2015 destinatario: Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza (Federcoordinatori) istanza: criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare Si ricorda che : I quesiti di ordine generale sull’applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza del lavoro possono essere inoltrati alla Commissione per gli interpelli, esclusivamente tramite posta elettronica, dagli organismi associativi a rilevanza nazionale degli enti territoriali e gli enti pubblici nazionali, nonché dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e dai consigli nazionali degli ordini o collegi professionali. Le istanze di interpello trasmesse da soggetti non appartenenti alle categorie indicate o privi dei requisiti di generalità non potranno essere istruite. Non saranno pertanto istruiti i quesiti trasmessi, ad esempio, da studi professionali, associazioni territoriali dei lavoratori o dei datori di lavoro, Regioni, Province e Comuni.

interpelli sicurezza lavoroInterpello n. 1/2015

interpelli sicurezza lavoroInterpello n. 2/2015

interpelli sicurezza lavoroInterpello n. 3/2015

interpelli sicurezza lavoroInterpello n. 4/2015

interpelli sicurezza lavoroInterpello n. 5/2015

MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231