Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

22 giugno 2015

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SULLE MORTI IN AGRICOLTURA E DEGLI AGRICOLTORI SCHIACCIATI DAL TRATTORE

Articolo tratto dal blog di Carlo Soricelli Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE DELL’ONOREVOLE ALFONSO BONAFEDE DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE SULLE MORTI IN AGRICOLTURA E DEGLI AGRICOLTORI SCHIACCIATI DAL TRATTORE

formazione obbligatoria di lavoratori e loro  rappresentantiL'Onorevole Alfonso Bonafede ha presentato alla Camera dei Deputati, un'interrogazione parlamentare al Ministero del Lavoro e delle politiche Sociali e al Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali sui morti sul lavoro e più specificatamente sugli agricoltori schiacciati dal trattore. Voglio sperare che almeno dopo questa interrogazione il Ministro Martina, il Ministro Poletti e il Primo Ministro Renzi si occupino come richiesto da quando questo governo si è insediato, dall'Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro http://cadutisullavoro.blogspot.it , di occuparsi finalmente di queste tragedie. Ricordo a tutti che le morti sui luoghi di lavoro da quando questo governo si è insediato sono aumentate notevolmente. Grazie Onorevole Bonafede.

Non ho mai votato il Movimento 5 Stelle, ma siete gli unici in Parlamento ad occuparvi con continuità delle morti sul lavoro. Gli altri gruppi sono tempestati di mail, ma mai nessuno si è degnato di rispondere. Chiedo a tutti quelli che mi sono stati vicini in questi anni, che mi hanno chiesto l'amicizia, che visitano a centinaia ogni giorno l'Osservatorio di sostenere questa iniziativa.

ATTO CAMERA INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/09455 Dati di presentazione dell'atto

Legislatura: 17 Seduta di annuncio: 441 del 12/06/2015 Firmatari Primo firmatario: BONAFEDE ALFONSO Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE Data firma: 12/06/2015 Destinatari Ministero destinatario: MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI delegato in data 12/06/2015 Stato iter: IN CORSO Atto Camera Interrogazione a risposta scritta 4-09455 presentato da BONAFEDE Alfonso testo di Venerdì 12 giugno 2015, seduta n. 441 BONAFEDE. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali . — Per sapere – premesso che: secondo i dati rilevati dall'Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro, sono 252 i morti sui luoghi di lavoro nei primi cinque mesi del 2015, mentre, nel solo mese di maggio, si sono registrati 56 decessi dei quali 23 relativi ad agricoltori schiacciati da trattori e 3 morti mediante motozappa; per la detta categoria, gli incidenti mortali, con i dati di maggio, in totale dall'inizio dell'anno sono 54, facendo così lievitare, per il 2015 – l'anno di EXPO dedicato all'agricoltura – al 34 per cento i morti nel comparto agricolo sul totale nazionale, ricordando che durante l'intero 2014 i morti schiacciati da trattori furono ben 152; il 28 febbraio del 2014, il citato Osservatorio chiese ufficialmente, senza riscontro alcuno, ai Ministri interrogati, nonché al Presidente del Consiglio, di realizzare una campagna informativa sulla pericolosità nell'utilizzo dei mezzi agricoli come contributo di solidarietà nei confronti di questa categoria di lavoratori; e che identica sollecitazione è stata proposta sia nel febbraio che nel maggio 2015; in assenza di specifiche iniziative istituzionali al riguardo, anche in relazione ai i recenti eventi luttuosi verificatisi in gran numero in Toscana, l'agenzia formativa del Cipa-At di Grosseto, la Cia, l'Istituto Leopoldo II di Lorena, assieme a Confagricoltura, Asl, Inail e ad uno sponsor privato, produttore di macchine agricole, con un format pubblico/privato, hanno recentemente istituito un corso di formazione per il rilascio dell'abilitazione all'uso del trattore agricolo rivolto ad un ristretto numero di studenti, quale possibile «esperienza pilota» a livello nazionale; se, possano indicare quali misure abbiano implementato nell'ambito delle proprie rispettive competenze dal loro insediamento posto che l'interrogante ritiene che, nonostante specifici appelli provenienti da organismi indipendenti, i Ministri interrogati abbiano sottovalutato il problema delle vittime occorse durante l'utilizzo delle macchine agricole; se posto che, nell'ambito delle morti bianche, la delineata situazione rappresenta un'emergenza cui fare fronte non ritengano necessario porre in essere appositi interventi di comunicazione mirata sui fattori di rischio anche attraverso esperienze di formazione presso i più giovani, e se, possano dire quali ulteriori misure tecniche siano da adottarsi per garantire la sicurezza dei conducenti delle macchine agricole, senza tuttavia operare aggravi di tipo economico a carico degli stessi agricoltori. (4-09455)   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231