Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

2 settembre 2015

Io scelgo la sicurezza, settembre 2015


IN QUESTO NUMERO
FOCUS Le fibre artificiali vetrose
NEWS L'elenco dei medici competenti
CONTRIBUTI La scuola diversameinte abile

Io scelgo la sicurezza, settembre 2015

Numero 3 - anno XII - Settembre 2015
Regione Piemonte - Direzione Sanità
Settore Prevenzione e veterinaria
Via Lagrange 24, 10123 Torino
Tel. 011.432.4761 E-mail: prevsan@regione.piemonte.it

io scelgo la sicurezza

Oggi è risaputo che l'amianto è uno dei fattori di inquinamento più nocivi per la salute. L'Italia con la Legge 257 del 1992 ha vietato l'estrazione, l'importazione, l'esportazione.la commercializzazione e la produzione di amianto, di prodotti di amianto o di prodotti contenenti amianto. Con la sua messa al bando è stata sempr e più crescente la diffusione sul mercato di materiali, naturali o sintetici che, per le loro caratteristiche chimico fisiche e meccaniche, lo hanno sostituito nei diversi cicli produttivi.

Fra questi, hanno assunto una forte rilevanza commerciale le Fibre Artificiali Vetrose FAV. Si tratta di una famiglia di fibre inorganiche artificiali che, per le proprietà termo-fonoisolanti, trovano largo impiego in svariat i settori produttivi dall'edilizia, alla metallurgia, al tessile. La sostit uzione dai cicli lavorativi di un cancerogeno, come l'amianto, è basata sulla rioerca di soluzioni che, oltre a presentare caratteristiche simili all'elemento sostituito, non comportino rischi per la salute o, almeno, comportino rischi inferiori. Tuttav ia, come accade sovente per molt i dei materiali e sostanze utilizzate nei vari settori delle attività umane, l'utilizzo delle FAV è iniziato ancora prima che fossero noti i loro effetti sulla salute. Infatti, come per alt re sost anze/ prodott i utilizzati nei cicli produttivi, l'utilizzo della FAV non è esente da rischi e i loro effetti sulla salute sono oggi ancora oggetto di studio. Il rischio non riguarda solo gli addetti ai lavori; infatti, il loro impiego massiccio in edilizia, ad esempio, pone il problema dell'esposizione sia degli addetti ai lavori del comparto sia della popolazione in generale che utilizza questi edifici, configurando problemi connessi anche alla salute pubblica in organizzazioni lavorative come quelle delle scuole, degli ospedali e delle abitazioni private.

Il documento si è reso necessario in quanto l'evoluzione normativa e le conoscenze scientifiche hanno reso datate e non più attuali le linee guida sul corretto impiego delle fibre di vetro isolanti emanate nel 1991 con la Circolare n. 23 del Ministero della Sanità.

Le Linee guida 2015, redatte da un gruppo di lavoro appositament e costituito, sono state concepite per individuare e focalizzare procedure utili per la corretta valutazione e consapevolezza dei rischi da parte di tutti i soggetti interessati, compresi gli utilizzatori fi nali, sia negli ambient i di lavoro che di vita, e per l'adozione di misure di prevenzione adeguate in linea con la vigente normativa. Le Linee guida, pertanto, si rivolgono non soltanto ai datori di lavoro e ai responsabili della sicurezza, ma anche agli organi di vigilanza, d 1e hanno la responsabilità di garantire il pieno rispetto della normativa. Il focus di approfondimento questo mese è dedicato alle fibre artificiali vetrose, con un articolo di analisi delle Linee guida approvate d'alla Conferenza Stato Regioni e un articolo sui rischi per la salute legati all'utilizzo delle FAV.

sicurezza_lavoroIo scelgo la sicurezza, settembre 2015


Leggi altri articoli della categoria sicurezza