Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

12 agosto 2015

Ispra: il riutilizzo delle terre da scavo riduce i rifiuti in edilizia

12/08/2015 – Cala la produzione di rifiuti nel settore costruzioni. Colpa della crisi da una parte, ma soprattutto del riutilizzo delle terre e rocce da scavo.   È quanto emerge da rapporto dell’Istituto per la ricerca e la protezione ambientale (Ispra) sui rifiuti speciali presentato nei giorni scorsi.     In generale, si legge nel rapporto, il dato di produzione di rifiuti speciali non pericolosi derivante dalla banca dati MUD è aumentato del 3,5%, pari a quasi 2,3 milioni di tonnellate.   Al contrario, per i rifiuti non pericolosi prodotti dal settore delle costruzioni e demolizioni si è osservato un calo pari al 7,1%, corrispondente in termini quantitativi a circa 3,7 milioni di tonnellate.   Ricordiamo che il riutilizzo delle terre e rocce da scavo è stato regolato con il DM 161/2012, che ha individuato come materiali da scavo il suolo o sottosuolo, con eventuali presenze di riporto, derivanti dalla realizzazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Ambiente