Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

12 settembre 2018

La prevenzione degli incidenti su strada

 

accordoACCORDO ATTUATIVO DEL PROTOCOLLO D'INTESA TRA INAIL E MINISTERO DELL'INTERNO - DIPARTIMENTO DI PUBBLICA SICUREZZA per la prevenzione degli incidenti su strada

tra L'INAIL, Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro, di seguito denominato Inail o Istituto, ***, nella persona del Direttore della Sede Territoriale Dott. Enrico Lanzone, domiciliato per la carica presso la Sede provinciale INAIL in Via Venezia 6 - 17100 Savona

e

Dipartimento della Pubblica sicurezza - Compartimento Polizia Stradale "Liguria" - Sezione di Savona, rappresentata dal Dirigente V.Q.Agg. Dr.ssa Deborha Montenero, domiciliata per la carica presso il Comando di Polizia Stradale in Corso Ricci 40r - 17100 Savona Premesso che

• In data 19 novembre 2015 è stato sottoscritto il Protocollo d'intesa tra l'Istituto Nazionale Assicurazione contro gli infortuni sul Lavoro e il Ministero dell’Interno - Dipartimento di Pubblica Sicurezza; • Il Protocollo si pone la finalità di sviluppare iniziative sinergiche che siano coerenti con le esigenze del mondo del lavoro avviando, in particolare, attività in materia di prevenzione e tutela della salute, attraverso materiale comunicativo ed incontri informativi e formativi che innalzino il livello di competenze e di conoscenze dei rischi della strada; • In data 26 settembre 2017 è stato stipulato un protocollo d'intesa Regionale fra INAIL e Polizia di Stato compartimento Polizia Stradale "Liguria" che prevede attività sinergiche attuate tramite interventi di formazione/informazione e sensibilizzazione e scambi d'informazioni sul fenomeno Infortunistico; • Il presente Accordo costituisce l'attuazione, dei suddetti Protocollo regionale e nazionale.

Tutto ciò premesso le parti firmatarie stabiliscono quanto segue:

Art. 1  Finalità

Le parti, con il presente Accordo attuativo, intendono realizzare il progetto "TRASporto a casa la sicurezza" al fine di diffondere la cultura della sicurezza stradale in particolar modo in ambito portuale.

Art. 2 Oggetto della collaborazione

Le Parti individuano congiuntamente l'obiettivo di cui all'art. 1 da perseguire attraverso la realizzazione del progetto "TRASporto a casa la sicurezza" destinato agli utenti professionali del porto di Savona per la prevenzione degli incidenti stradali e la promozione della cultura della sicurezza stradale che prevede incontri con i lavoratori ed i datori di lavoro ai fini della distribuzione di materiale informativo/formativo.

Art. 3 Compiti delle Parti

L'INAIL s'impegna a coadiuvare la Polizia Stradale fornendo: 1. Competenze amministrative, tecniche e scientifiche; 2. Attività di formazione ed informazione, in materia di prevenzione e sicurezza sul lavoro; 3. Compartecipazione finanziaria per la realizzazione delle attività previste. Il Compartimento Polizia Stradale "Liguria" Sezione di Savona s'impegna a: 1. Fornire le proprie competenze tecniche e specifiche in relazione alla prevenzione e rilevazione degli incidenti stradali; 2. Facilitare la partecipazione e il coinvolgimento dei destinatari delle iniziative alle attività previste.

Art. 4 Aspetti finanziari

L'INAIL comparteciperà alle attività con le proprie professionalità, amministrative e tecniche e provvedendo alla stampa del materiale informativo previsto e realizzato dal Liceo "Chiabrera-Martini" al quale verrà corrisposto, da parte di INAIL, un riconoscimento economico. Il Compartimento Polizia Stradale "Liguria" Sezione di Savona comparteciperà alle attività attraverso le proprie professionalità e fornendo materiale di prevenzione e i mezzi di servizio di rappresentanza. Le parti, quindi, s'impegnano a compartecipare alla realizzazione delle attività di cui ai precedenti artt. 2 e 3 secondo quanto previsto dal piano economico finanziario che verrà successivamente predisposto dal "Tavolo di coordinamento" e che farà parte integrante del presente accordo.

Art. 5  Durata

Il presente Accordo attuativo ha durata dalla data di sottoscrizione sino al completamento e alla conclusione del progetto.

Art. 6 Organismo per l'attuazione

Per il conseguimento degli obiettivi e per la gestione delle fasi progettuali è costituito il "Tavolo di coordinamento" composto da quattro componenti effettivi di cui due nominati dalI'INAIL e due nominati dal Compartimento Polizia Stradale "Liguria" Sezione di Savona. Il Tavolo avrà compiti di: • Coordinamento delle fasi progettuali; • Verifica intermedia e finale delle attività progettuali; • Verifica finale degli obiettivi previsti; • Definizione di tutti gli aspetti legati al progetto in particolare di ordine pratico che alla data della sottoscrizione del presente accordo non possono essere previsti. I suddetti componenti potranno, in caso di loro impedimento, essere sostituiti da soggetti debitamente delegati.

Art. 7 Recesso o scioglimento

Le parti hanno facoltà di recedere unilateralmente dal presente Accordo, ovvero di scioglierlo consensualmente. Il recesso deve essere esercitato mediante comunicazione scritta da notificare con P.E.C. Il recesso unilaterale o lo scioglimento hanno effetto per l'avvenire e non incidono sulle iniziative già eseguite alla data di estinzione del presente Accordo. Per cause di forza maggiore, non imputabili alle parti, sarà possibile modificare le finalità e le modalità attuative del progetto sulla base delle decisioni assunte dal "Tavolo di coordinamento" previsto dal precedente art. 6. Infine, le parti concordano di portare a conclusione le attività ancora in corso alla data di scioglimento del presente Accordo.

Art. 8 Controversie

Le Parti s'impegnano a risolvere bonariamente le controversie eventualmente sorte sulla validità, interpretazione ed esecuzione del presente Accordo. In caso di mancata definizione, il Foro competente sarà - in via esclusiva - quello di Savona.

Savona, 7 settembre 2018

Per l'INAIL

Il Direttore Territoriale Dott. Enrico Lanzone

Per il Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Il Dirigente la Sez. Polizia Stradale di Savona V.Q. dr.ssa Deborha Montenero

    MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,