Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

17 luglio 2017

La sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensione

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231

L’analisi dei rischi, affidabilità, valutazione e rappresentazione

La sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensioni

E-learningSeminario " La sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensione"  gli atti del seminario del 06 luglio 2017. Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma 6 Luglio 2017 LA VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA Negli ambienti di lavoro, il concetto di valutazione dei rischi, viene introdotto per la prima volta dal D. Lgs. 626 del 19 settembre 1994. Nel 2008 lo stesso concetto viene confermato con l’emissione del D. Lgs. 81 del 09 aprile, noto anche come Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro. CONCETTO DI RISCHIO E SUA EVOLUZIONE Storicamente il concetto rischio e di sua valutazione, ha origini ben più lontane. Già nel XVIII secolo in economia e più precisamente nell’economia delle assicurazioni, si presentò la necessità di quantificare in termini monetari il premio che un soggetto era disposto a pagare per garantirsi contro eventuali danni, ovvero determinati rischi. Fu allora stabilito che sostanzialmente valeva il principio di equità: se X è un guadagno (o perdita) aleatorio e P la probabilità di X, l'importo certo che ogni persona è disposta a spendere per avere quel guadagno (o per coprirsi dal rischio di quella perdita) è dato dal prodotto di P per X; in formula:R = P.X Se invece di avere un unico valore di X, ne abbiamo N ed il generico Xi ha una probabilità Pi di verificarsi, si tratta di applicare la seguente relazione: E-learning         Più in generale, nel caso di distribuzione continua della probabilità di verificarsi del danno X, il rischio viene definito tramite l'integrale: E-learning essendo dP(X) = f(X) dX la probabilità che il danno abbia una valore compreso fra X e X+dX ed A il valore massimo che X può assumere; f(X) è la densità di probabilità di danno. Secondo la precedente definizione, il rischio è la "speranza matematica" di un danno aleatorio o anche il valore atteso o il valor medio del danno. E-learning_1.png La sicurezza ed il fattore umano: percezione e propensione  
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,