Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

9 dicembre 2016

La valutazione di pericolosità dei prodotti fitosanitari

 

Modulo 2 - Sistemi di sicurezza per l'acquisto, la conservazione, il trasporto e l'utilizzo dei prodotti fitosanitari

La valutazione di pericolosità dei prodotti fitosanitari

fitosanitariIl corretto impiego dei prodotti fitosanitari edizione 2016 Guida al patentino per l'acquisto dei prodotti fitosanitari in Emilia-Romagna Modulo 2 Classificazione tossicologica ed etichettatura di pericolo Scheda informativa in materia di sicurezza (SDS) dei prodotti fitosanitari Limiti tecnici ed igienistici La valutazione delle proprietà pericolose intrinseche dei prodotti fitosanitari tiene conto di tre tutele fondamentali: · la tutela della salute dell’uomo; · la tutela della sicurezza dell’uomo e degli ambienti di vita e di lavoro; · la tutela dell’ambiente esterno inteso come ambiente di vita e di lavoro in cui vi possono essere interazioni avverse con l’acqua e gli organismi acquatici, con il suolo, con l’atmosfera e l’ozono stratosferico. Pertanto la valutazione di pericolosità di un prodotto fitosanitario si basa sulla determinazione di tre tipologie di proprietà pericolose: · le proprietà tossicologiche relative alla salute dell’uomo; · le proprietà chimico-fisiche relative essenzialmente alla sicurezza dell’uomo; · le proprietà eco-tossicologiche relative all’ambiente. Classificazione tossicologica ed etichettatura di pericolo L’entrata in vigore del Regolamento (CE) 1272/2008 (CLP), il 20 gennaio del 2009, ha segnato una svolta importante per la gestione delle sostanze e delle miscele pericolose. L’etichettatura è sottoposta ai maggiori cambiamenti. Il simbolo di colore nero in riquadro giallo-arancio è sostituito da una losanga con fondo bianco e bordo rosso contenente il simbolo nero. Il simbolo della croce di Sant’Andrea è sostituito da un punto esclamativo e un nuovo simbolo, il pittogramma con la persona danneggiata, caratterizza i prodotti sensibilizzanti, mutageni, cancerogeni, tossici per la riproduzione, “tossici sugli organi bersaglio per esposizione singola e ripetuta” o pericolosi in caso di aspirazione che prima erano associati ai simboli tradizionali del tossico o nocivo. Le frasi di rischio, frasi R, sono sostituite da indicazioni di pericolo (Hazard statements), indicate con la lettera H (frasi H) seguita da numeri a tre cifre e i consigli di prudenza, frasi S, sono sostituiti da Precautionary statements, rappresentati dalla lettera P e da un codice a tre cifre (suddivisi in quattro tipologie prevenzione, reazione, conservazione e smaltimento). La scelta delle frasi P è lasciata al responsabile dell’etichettatura anche nel caso in cui la sostanza sia soggetta alla classificazione armonizzata presente nell’allegato VI del Regolamento.

E-learningLa valutazione di pericolosità dei prodotti fitosanitari

E-learningAllegato - Elenco delle frasi di rischio (R) e dei consigli di prudenza (S)

Ulteriori informazioni e moduli:

safety ambiente qualità

I metodi di difesa fitosanitaria lotta a calendario, lotta guidata, lotta integrata, produzione integrata, lotta biologica, agricoltultura
sicurezza_lavoro Le caratteristiche tecniche dei prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti Guida al patentino per l'acquisto dei prodotti fitosanitari in Emilia-Romagna
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231