Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

5 febbraio 2015

L’ADOZIONE DI CODICI DI COMPORTAMENTO E PROCEDURE INTERNE


L’ADOZIONE DI CODICI DI COMPORTAMENTO E PROCEDURE INTERNE

POLICY AZIENDALI

Il profilo giuslavoristico, il dettato normativo sulla tutela del dato e il d.lgs. 231/2001.Il Decreto Legislativo n. 231/2001 che disciplina la responsabilità delle persone giuridiche (società, associazioni, enti) ha rappresentato un’assoluta innovazione nel quadro legislativo italiano, introducendo il principio secondo cui non solo i singoli ma anche gli Enti sono soggetti a responsabilità penale e/o amministrativa per comportamenti tenuti dalle persone appartenenti alla loro struttura.

La responsabilità in questione si fonda sostanzialmente sulla presunzione che il reato commesso da chi fa parte dell’ente - a qualsiasi livello - sia conseguenza d’inadeguatezza organizzativa e violazione dell’obbligo di vigilanza; tanto è vero che l’ente non risponde qualora dimostri di aver adottato un efficace modello organizzativo e di averne attribuito la vigilanza ad un organo interno dotato di poteri autonomi di iniziativa e controllo (ODV-Organo di Vigilanza).

Detta disciplina, ma anche la crescente sensibilità dell’opinione pubblica verso valori collettivi quali la trasparenza amministrativa e contabile, la correttezza commerciale, la tutela ambientale, le pari opportunità, ecc., inducono sempre più le aziende a soffermarsi sull’importanza di adottare una serie di codici e procedure interne che servano come esimente delle responsabilità legali ma anche come strumento volto a garantire migliore organizzazione, con conseguenti vantaggi anche economici: vari studi hanno dimostrato che le disfunzioni, la disorganizzazione, la non esatta individuazione di compiti e responsabilità, la mancata regolamentazione nell’utilizzo degli strumenti aziendale (es. risorse informatiche) non solo aumentano il rischio di problemi legali, ma comportano altresì un innalzamento dei costi particolarmente rilevante sia in termini di mancata produttività che di crescita delle spese di manutenzione e utilizzo delle risorse, oltre che danni di immagine e reputazione.

Avv. Paola Cerullo
Socio AGI- Avvocati Giuslavoristi Italiani


Il profilo giuslavoristico, il dettato normativo sulla tutela del dato e il d.lgs. 231/2001.L’ADOZIONE DI CODICI DI COMPORTAMENTO E PROCEDURE INTERNE

approfondimenti.png

Convegno
La gestione del Lavoratore e gli interventi aziendali
Il profilo giuslavoristico, il dettato normativo sulla tutela del dato e il d.lgs. 231/2001.

Milano, 13 marzo  2015 ore 09.00

Palazzo Bovara - "sala Castiglioni" - corso Venezia 51

Il profilo giuslavoristico, il dettato normativo sulla tutela del dato e il d.lgs. 231/2001.Scopri di più


Leggi altri articoli della categoria Generale