Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

30 ottobre 2014

Lavori contro il rischio idrogeologico affidati a enti privati e pubblici

30/10/2014 - Per la progettazione e l’esecuzione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico previsti dagli accordi di programma stipulati con le Regioni, i Presidenti delle Regioni possono avvalersi non solo di società in house, ma di tutti i soggetti pubblici e privati.   È una delle ultime modifiche apportate alla legge di conversione del DL Sblocca Italia.   Nel testo del decreto-legge, tali attività potevano essere affidate dai Presidenti delle Regioni (subentrati ai Commissari straordinari) soltanto alle società in house; la Commissione Ambiente della Camera ha esteso la norma a tutti i soggetti pubblici e privati, purché nel rispetto delle procedure di evidenza pubblica previste dal Codice degli Appalti (Dlgs 163/2006).   110 milioni di euro vengono assegnati alle aree metropolitane interessate da fenomeni di esondazione e alluvione. Le risorse vanno alle Regioni, previa istruttoria del Ministero dell’Ambiente..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Ambiente