Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

29 settembre 2014

Lavori difformi dal progetto, il ripristino sia proporzionato

29/09/2014 – La rimozione delle difformità rispetto a quanto previsto nel progetto assentito con il permesso di costruire deve rispettare i principi di proporzionalità e ragionevolezza. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 4790/2014.   Ciò significa, ha spiegato il CdS, che se nel sopralluogo e nel successivo intervento di ripristino emergono delle difformità di lieve entità, riguardanti le parti strutturali dell’edificio, non è necessaria la demolizione totale perché così si comprometterebbero in modo sproporzionato gli interessi del proprietario.   Il Consiglio di Stato ha fornito quindi un’interpretazione dell’articolo 31 del Testo unico dell’edilizia (Dpr 380/2001) spiegando che se un modesto eccesso di altezza o di volumetria è la conseguenza di un dislivello del terreno, e può essere corretto con un riporto del terreno, si può tutelare l’interesse..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria