Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

10 luglio 2012

Le buste dell’Inps a prova di privacy

La corrispondenza degli enti pubblici deve rispettare la privacy. Le buste non devono rivelare il contenuto della lettera. Via, dunque, timbri e diciture troppo evidenti. Così la decisione del garante della privacy (newsletter 360 del 4 luglio 2012), che fa da monito a tutti gli uffici pubblici e privati e impedisce che il portalettere o comunque estranei apprendano dati personali, magari sensibili, al solo sbirciare il mittente.   Consulenza Sicurezza Veneto