Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

22 luglio 2016

Le opere realizzate da privati in cambio di ‘utilità’ vanno messe a gara

22/07/2016 – Il nuovo Codice Appalti non è ancora entrato completamente a regime (mancano infatti i decreti attuativi) e già desta qualche dubbio interpretativo nelle applicazioni pratiche. È il caso dell’articolo 20, che consente di non applicare il Codice, quindi di non bandire gare, quando a curare la realizzazione delle opere pubbliche sono i privati a loro spese. La formulazione dell'articolo è stata considerata troppo generica, tanto da non rendere chiari alle Amministrazioni i paletti della norma, cioè quando un'opera è realizzata a titolo gratuito. Codice Appalti e opere senza gara Su questa norma il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, aveva già espresso le sue perplessità in fase di approvazione del Codice Appalti. Riserve fondate dato che, a pochi mesi di distanza, ha dovuto chiarire cosa si intende per privato che realizza l’opera pubblica a sue spese. Con.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231