Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

17 settembre 2014

Le Stazioni Appaltanti scenderanno da 32mila a 35 in tutta Italia

17/09/2014 - Inizia il processo di riduzione delle Stazioni Appaltanti. Il Governo sta lavorando alla bozza di decreto che definisce i requisiti per entrare a far parte dei “soggetti aggregatori” introdotti dal Decreto Irpef-Spending Review (DL 66/2014).   Cosa prevede il Decreto Irpef-Spending Review Pensato per far ripartire l’economia grazie ad uno snellimento delle norme e delle procedure per la partecipazione alle gare, il decreto prevede che le Stazioni Appaltanti si chiameranno soggetti aggregatori e potranno essere al massimo 35 su tutto il territorio nazionale invece delle circa 32 mila al momento esistenti.   L’elenco dei soggetti aggregatori sarà istituito nell’ambito dell’Anagrafe unica delle Stazioni Appaltanti. Entreranno di diritto tra i soggetti aggregatori il Consip (la centrale acquisti delle Pubbliche Amministrazioni) e una centrale di committenza per ogni regione, che l’Amministrazione deve individuare..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI