Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

19 ottobre 2015

Le variazioni in Catasto devono sempre essere ben motivate

19/10/2015 – La variazione della classe e della categoria catastale deve essere motivata nel dettaglio. In caso contrario non può essere ritenuta valida. È questo l’orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza 12024/2015. Nel caso preso in esame, due coniugi avevano presentato tre distinte denunce di variazione su altrettanti immobili di proprietà chiedendo l'attribuzione della categoria A/2, classe 3. Dopo aver compiuto gli accertamenti, però, l’Agenzia delle Entrate aveva concluso che si trattava di un'unica abitazione e aveva attribuito a tutte le particelle la categoria A/1, classe 1 (abitazioni di tipo signorile). I proprietari avevano quindi presentato ricorso sia alla Commissione tributaria provinciale sia a quella regionale, che avevano però respinto le loro motivazioni,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231