Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

16 febbraio 2015

L’esercizio della professione è abusivo se ci si è cancellati dall’Albo

16/02/2015 – Commette esercizio abusivo della professione chi, dopo la cancellazione dall’Albo, svolge dei compiti che non potrebbero essere portati avanti senza abilitazione. Lo ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza 6065/2015.   Nel caso esaminato dalla Cassazione, un geometra si era occupato della ristrutturazione di un immobile. Il problema riscontrato era però che, ai tempi in cui era avvenuto l’intervento, il professionista risultava cancellato dal suo Albo per dimissioni.   Nonostante ciò, il professionista si era occupato del computo metrico estimativo. Il ruolo di direttore dei lavori era invece stato assunto da un’altra persona.   Il geometra dimissionario era quindi stato condannato per esercizio abusivo della professione, ma aveva fatto ricorso affermando che l’elaborazione del computo metrico non era riservata ai geometri, ma che questo poteva essere redatto anche da altri professionisti.   La..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria PROFESSIONE