Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

10 luglio 2015

Linee guida per il monitoraggio finanziario delle grandi opere

Linee guida per il monitoraggio finanziario delle grandi opere
COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA DELIBERA 28 gennaio 2015 Linee guida per il monitoraggio finanziario delle grandi opere (MGO) art. 36 del decreto-legge n. 90/2014, convertito dalla legge n. 114/2014. (Delibera n. 15/2015). (15A04844) (GU Serie Generale n.155 del 7-7-2015) È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 155 del 7 luglio 2015 la delibera n. 15/2015  del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica: “Linee guida per il monitoraggio finanziario delle grandi opere (MGO) art. 36 del decreto legge n. 90/2014, convertito dalla legge n. 114/2014 Si tratta di un complesso di disposizioni volte a  rafforzare  la cornice  di  sicurezza,  trasparenza  e  legalita'  del  sistema   di realizzazione degli appalti relativi alle grandi opere,  disposizioni che costituiscono un'evoluzione del modello gia'  introdotto  con  le norme in materia di tracciabilita' dei flussi finanziari di cui  alla legge n. 136/2010 attraverso meccanismi  di  cui  si  dira'  piu'  in dettaglio nel prosieguo. Al  fine  di  un   migliore   inquadramento   del   sistema   MGO (Monitoraggio  delle  grandi   opere),   relativo   al   monitoraggio finanziario   degli   investimenti   per   la   realizzazione   delle infrastrutture strategiche, e' opportuno ripercorrere  le  fasi  che, nel corso del tempo, hanno portato all'adozione delle recenti  misure di cui al decreto-legge in argomento.   Quadro generale di riferimento. Come e' noto, l'art. 176 del decreto legislativo  n.  163/2006  e successive  modificazioni  ed  integrazioni  (Codice  dei   contratti pubblici) attribuisce al CIPE il  compito  di  definire  i  contenuti degli accordi in materia  di  sicurezza,  nonche'  di  prevenzione  e repressione della criminalita', sulla base delle linee guida indicate dal Comitato di coordinamento per l'alta  sorveglianza  delle  grandi opere (CCASGO). A tal fine, con delibera n. 58 del 3  agosto  2011,  il  CIPE  ha approvato l'atto di indirizzo formulato  dal  CCASGO,  ai  sensi  del cennato art. 176. Per quanto concerne, in particolare, il monitoraggio finanziario, le cennate linee guida prevedevano, nel testo approvato dal CIPE, che i  pagamenti  relativi  ai  contratti,  subcontratti   e   subappalti sarebbero stati soggetti  alle  norme  del  monitoraggio  finanziario secondo i criteri di carattere generale che sarebbero  stati  fissati dal CIPE stesso. Con le medesime linee guida  veniva,  altresi',  confermato  che, nelle more dell'adozione della cennata delibera,  sarebbe  proseguita la sperimentazione di monitoraggio finanziario, prevista  per  alcune infrastrutture dalla citata delibera CIPE  n.  45/2011,  mentre,  per tutte  le  opere  non  rientranti  nella   cennata   sperimentazione, avrebbero continuato a trovare applicazione le ordinarie procedure di tracciamento finanziario di cui alla legge n. 136/2010. Linee guida per il monitoraggio finanziario delle grandi opereGU Serie Generale n.155 del 7-7-2015 MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231