Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

21 luglio 2016

Manuale per un lavoro sicuro in agricoltura

sicurezza in agricoltura uno tra g li obiettivi prioritari da perseguire per il contrasto d egli infortuni gravi e mortali e delle malattie professionali

Manuale per un lavoro sicuro in agricoltura

Edizione: 2013

Manuale per un lavoro sicuro in agricolturaLa prima edizione del manuale, è stata pubblicata nel 2006 nell’ambito del Piano regionale 2005 – 2007 . Gli autori: Carlo Formici SPISAL ULSS 6, Giovanni C eola SPISAL ULSS 5, Luigi Bellesini SPISAL ULSS 22, Valerio Martello SPISAL ULSS 18, con la collaborazione di A ndrea Fiorio SPISAL ULSS 21, Bruno Ferro SPISAL ULS S 20, Ciro Pignalosa SPISAL ULSS 20, Massimo Peruzzo SPIS AL ULSS 22, Nicoletta Ballarin SPISAL ULSS 12. Collaborazione: SPISAL ULSS 6 Vicenza e EBER di Bol ogna per la concessione della riproduzione di alcun i disegni del manuale “Macchine Agricole” ed. 1997. Questa edizione del 2013 è stata realizzata da: Man uela Peruzzi, coordinatrice del progetto – SPISAL ULSS 20; Andrea Serpelloni - SPISAL ULSS 20; Patrizia Curto – SPISAL ULSS 2; Giovanni Ceola – SPISAL ULSS 5; Roberto Bronzato – SPISAL ULSS 6, Giovanni Moro – SPISAL ULSS 7; Giovanni Martin – SPISAL ULSS 9; Andrea Bitozzi – SPISAL ULSS 10; Elvis Galasso – SPISAL ULSS 10; Giuliano Caccin – SPISAL ULSS 15; Alberto Salvador – SPISAL ULSS 17; Giancarlo Negrello – SPISAL ULSS 18; Luigi Bellesini – SPISAL ULSS 22; Alfredo Da Ros – SPISAL ULSS 7; Giangiacomo Marchesan SPISAL ULSS 9; La Regione Veneto, nell’ambito del Piano Regionale Prevenzione, area ambienti di lavoro, considera la promozione della cultura della sicurezza in agricoltura uno tra g li obiettivi prioritari da perseguire per il contrasto d egli infortuni gravi e mortali e delle malattie professionali. L’agricoltura è uno dei settori a maggior rischio, sia per gravità che per frequenza e quindi richiede una particolare attenzione da parte degli Enti e delle Istituzioni che si occupano di tutela della salute. In questa ottica da più di dieci anni si è sviluppata un a specifica linea di lavoro, inserita nei Piani Regionali di Prevenzione, con il progetto “Contrasto del rischio di infortuni mortali ed invalidanti in agricoltura” che garantisce interventi di controllo sulla sicurezza e salute e interventi di promozione della cultura della prevenzione a tutti i livelli, realizzati ogni anno da parte dei Servizi di prevenzione delle Aziende sanitarie. Nel corso di questi anni è andata sempre più a consolidarsi una rete di prevenzione con Istituzioni, Enti bi laterali e organismi paritetici, associazioni datoriali e sindacali, anche all’interno del Comitato Regionale di Coordina mento (art. 7 D.Lgs 81/08), che ha permesso un potenziamento ed una maggiore efficacia delle azioni di prevenzione. Di particolare valore è stata la collaborazione nei corsi di formazione per Responsabili del Servizio di Pre venzione e Protezione, che hanno interessato centinaia di tecnici anche delle Associazioni, con un’azione a cascata su gran parte delle aziende agricole. L’alleanza con le istituzioni, in particolare con INAIL regionale, ha permesso di potenziare le azioni di comunicazione nelle manifestazioni agricole con la presenza negli stands e nella divulgazione di materiale. In questi anni si è maturata la convinzione che l’obietti vo di ridurre le morti in agricoltura e in particolare quelle legate all’uso del trattore, per carenze di protezioni e per comportamenti imprudenti, sia possibile solo se le azioni di prevenzione trovano il sostegno di ogni parte della comunità agricola. Alcuni argomenti trattati L’agricoltura nel veneto: gli infortuni e le malattie professionali Attivita' di prevenzione  degli spisal in agricoltura: il piano nazionale e regionale L’imprenditore agricolo La sicurezza delle macchine e delle attrezzature agricole Gli ambienti di lavoro La sicurezza elettrica La prevenzione incendi Il rischio chimico in agricoltura Sorveglianza sanitaria Primo soccorso Lavoratori  minori, le  lavoratrici  madri, i  lavoratori  immigrati La formazione

Manuale per un lavoro sicuro in agricolturaManuale per un lavoro sicuro in agricoltura

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231