Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

23 luglio 2018

misure di sicurezza manifestazioni pubbliche

 

Testo della circolare direttiva 18 luglio 2018 e della linea guida

misure di sicurezza manifestazioni pubbliche

manifestazioneModelli organizzativi e procedurali per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche. È stata pubblicata dal Ministero dell’Interno il 18 luglio 2018 una direttiva sulle misure di sicurezza per le pubbliche manifestazioni e per gli eventi di pubblico spettacolo. Direttiva che ha l’obiettivo di una reductio ad unum delle precedenti linee di indirizzo e che riporta una nuova Linea guida per l’individuazione delle misure di contenimento del rischio in manifestazioni pubbliche con peculiari condizioni di criticitàE’ stata diramata questa mattina dal ministero dell’Interno la direttiva sulle misure di safety da adottare in occasione di pubbliche manifestazioni ed eventi di pubblico spettacolo. «La direttiva – ha evidenziato il sottosegretario Molteni – costituisce una rivisitazione e ricompone in un quadro unitario le precedenti linee di indirizzo per consentire l’individuazione di più efficaci strategie operative assicurando l’incolumità e la sicurezza dei partecipanti  e, nel contempo, il rispetto delle tradizioni storico - culturali e del patrimonio economico - sociale delle collettività locali che costituiscono una risorsa da valorizzare». «Le nuove indicazioni operative  - ha sottolineato il sottosegretario Candiani – intendono assicurare un approccio flessibile alla gestione del rischio, parametrando le misure cautelari rispetto alle vulnerabilità legate a ciascun evento. L’obiettivo è quello di superare le criticità applicative delle precedenti direttive rendendo le prescrizioni maggiormente conformi alle peculiarità del territorio e delle manifestazioni programmate a livello locale».
Il provvedimento indica prassi e passaggi procedurali che spettano ad organizzatori e Comuni per comunicare e pianificare le modalità di gestione del rischio. “Con riferimento alle pubbliche manifestazioni sottoposte a regime autorizzatorio, l’iniziativa spetta all’organizzatore, che invierà al Comune, con congruo anticipo rispetto alla data dell’evento, l’istanza corredata dalla documentazione necessaria, recante anche l’indicazione delle misure di sicurezza che si intende adottare. Ove si tratti di eventi di pubblico spettacolo, il Comune, ai fini del rilascio dell’autorizzazione, secondo le previsioni dell’art. 80 del Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, acquisirà il parere della Commissione comunale o provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo”. Nelle altre ipotesi sarà il Comune a poter rilasciare autorizzazione e indicare misure di sicurezza; in casi complessi informerà la Prefettura.
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
 
Leggi altri articoli della categoria sicurezza
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,