Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

11 settembre 2015

Niente condono edilizio se l’abuso supera i 750 metri cubi

11/09/2015 – Non è possibile ottenere il condono edilizio se l’abuso supera il 30% della volumetria originaria o i 750 metri cubi. I limiti valgono sia per le abitazioni sia per gli edifici con una destinazione diversa. È arrivata a questa conclusione la Corte di Cassazione con la sentenza 31955/20125. Nel caso esaminato dai giudici, un Comune aveva respinto una domanda di sanatoria, avanzata ai sensi del Secondo Condono (Legge 724/1994) e ordinato la demolizione del manufatto. In base alla Legge 724/1994, può essere concessa la sanatoria agli abusi realizzati entro il 31 dicembre 1993 a condizione che non abbiano comportato un aumento volumetrico superiore al 30% della volumetria originaria o comunque maggiore di 750 metri cubi. Vale lo stesso limite per le nuove costruzioni, che non devono superare i 750 metri cubi per singola richiesta di concessione edilizia in sanatoria. Secondo il responsabile dell’abuso,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231