Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

25 dicembre 2016

numero di dicembre 2016 della newsletter Io scelgo la sicurezza

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231L’Accordo Stato Regioni 128/2016 Numero 4 - anno XIII - Dicembre 2016 Regione Piemonte - Direzione Sanità Settore Prevenzione e veterinaria

numero di dicembre 2016 della newsletter Io scelgo la sicurezza

Coordinamento redazionale Alessandro Palese Redazione Pierluigi Gatti (SPreSAL ASL AL), Raffaele Ceron, Francesca Gota (SPreSAL ASL CN1), Erica Moretto (SPreSAL ASL CN2), Antonino Bertino (SPreSAL ASL TO1), Michele Montrano, Giacomo Porcellana (SPreSAL ASL TO3), Flaminio Cicconi (ASL NO), Maria Gullo (INAIL Piemonte), Silvano Santoro (DoRS ASL TO3) IN QUESTO NUMERO FOCUS L’Accordo Stato Regioni 128/2016 NEWS Il Decreto SINP Il Decreto 12 luglio 2016.

E-learningSulla gazzetta ufficiale del 19 agosto 2016 è stato pubblicato l’Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016, rep. 128/CSR (ASR 128/16), che definisce i percorsi formativi per RSPP e ASPP, ai sensi dell’art. 32 del D.lgs. 81/08, modificando e sostituendo i contenuti del precedente Accordo del 26 gennaio 2006. L’Accordo introduce inoltre una serie di disposizioni integrative e correttive alla disciplina della formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro. Le principali novità riguardano l'individuazione dei soggetti formatori, la definizione dei percorsi formativi per R-ASPP, la disciplina relativa al riconoscimento della formazione acquisita e l’esonero parziale o totale dalla frequenza dei percorsi formativi sovrapponibili e i requisiti per lo svolgimento della formazione in modalità e-learning. Il punto 2 dell’Accordo individua i soggetti formatori, in un elenco che comprende, tra gli altri, i soggetti formatori accreditati dai sistemi regionali, le associazioni datoriali e sindacali e gli organismi paritetici, mentre non sono più presenti gli enti bilaterali. I corsi devono essere tenuti da docenti in possesso dei requisiti previsti dal Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013 e il numero massimo di partecipanti ad ogni corso sale a 35, uniformandolo a quello previsto per la formazione dei lavoratori. Il Modulo A di 28 ore costituisce il corso di base per lo svolgimento della funzione di RASPP ed è propedeutico per l’accesso agli altri moduli e si può svolgere in modalità elearning. Il Modulo B è il corso correlato ai rischi presenti sul luogo di lavoro e prevede un Modulo B comune a tutti i settori produttivi della durata di 48 ore e 4 Moduli B di specializzazione: Modulo B-SP1 Agricoltura (12 ore), Modulo B-SP2 Costruzioni (16 ore), Modulo B-SP3 Sanità (12 ore), Modulo BSP4 Chimico (16 ore). Il Modulo C di 24 ore è il corso di specializzazione per RSPP e si articola in diverse unità didattiche. Le ore minime complessive previste per l’aggiornamento sono fissate in base al ruolo svolto: 40 ore nel quinquennio per gli RSPP e 20 ore nel quinquennio per gli ASPP. I soggetti formatori abilitati a erogare i corsi di aggiornamento sono i medesimi abilitati ad erogare i corsi per i moduli A, B e C. L’aggiornamento è consentito, per tutto il monte ore, in modalità e-learning secondo i criteri previsti nell’Allegato II dell’ASR 128/16. L’aggiornamento può essere ottemperato anche per mezzo della partecipazione a convegni e seminari, a condizione che essi trattino delle materie o i cui contenuti siano coerenti con quanto indicato nell’ASR 128/16 e comunque per un numero di ore che non può essere superiore al 50% del totale di ore di aggiornamento previsto. Il Focus di approfondimento è dedicato all’illustrazione delle modifiche introdotte dall’ASR 128/16 con due approfondimenti: uno sui nuovi percorsi formativi per R-ASPP e l’altro sulle nuove disposizioni integrative e correttive della disciplina della formazione in materia di salute e sicurezza del lavoro.

E-learningnumero di dicembre 2016 della newsletter Io scelgo la sicurezza