Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

27 marzo 2015

Nuova regola tecnica strutture sanitarie, Prevenzione Incendi


Nuova regola tecnica strutture sanitarie, Prevenzione Incendi

Gazzetta ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi allegata al   decreto del Ministro dell'interno 18 settembre 2002
1. I titoli III e IV della regola tecnica  di  prevenzione  incendi allegata al decreto del Ministro dell'interno 18 settembre 2002  sono integralmente sostituiti rispettivamente dagli Allegati I  e  II  che costituiscono parte integrante del presente decreto.
2. E' approvato l'Allegato III che costituisce parte integrante del presente decreto e che integra il decreto del  Ministro  dell'interno 18 settembre 2002 introducendo il titolo V.

Sulla Gazzetta ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell'Interno 19 marzo 2015 recante "Aggiornamento della regola tecnica di prevenzione incendi per la progettazione, la costruzione e l'esercizio delle strutture sanitarie pubbliche e private di cui al decreto 18 settembre 2002".

I titoli III e IV della regola tecnica  di  prevenzione  incendi allegata al decreto del Ministro dell'interno 18 settembre 2002  sono
integralmente sostituiti rispettivamente dagli Allegati I  e  II  che costituiscono parte integrante del presente decreto.

E' approvato l'Allegato III che costituisce parte integrante del presente decreto e che integra il decreto del  Ministro  dell'interno
18 settembre 2002 introducendo il titolo V.

Le strutture sanitarie che  erogano  prestazioni  in  regime  di ricovero  ospedaliero  ovvero  in   regime   residenziale   a   ciclo continuativo ovvero diurno, con oltre i  25  posti  letto,  esistenti alla data di entrata in vigore del decreto del Ministro  dell'interno 18 settembre 2002, che  non  abbiano  completato  l'adeguamento alle disposizioni ivi previste, fatti salvi gli obblighi  stabiliti  dalla vigente legislazione in materia di sicurezza, devono essere  adeguate ai requisiti di sicurezza antincendio  previsti  al  titolo  III  del decreto del Ministro  dell'interno  18  settembre  2002,  cosi'  come modificato dall'allegato I  al  presente  decreto,  entro  i  termini
temporali e con le modalita' indicate dal decreto.

Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore  del  presente decreto, gli enti e i privati responsabili delle strutture di cui  al presente comma individuate nelle categorie B e C ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 1 agosto 2011, n. 151, richiedono  al Comando provinciale dei vigili del fuoco competente  per  territorio, di seguito denominato Comando, la valutazione del  progetto,  di  cui all'art. 3 del medesimo decreto,  relativo  al  completo  adeguamento dell'attivita'

Entro il medesimo termine previsto alla lettera a), gli enti e i privati responsabili delle  strutture,  di  cui  al  presente  comma, presentano  al  Comando  la  segnalazione   certificata   di   inizio attivita', di  cui  all'art.  4  del  decreto  del  Presidente  della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151, di seguito denominata segnalazione certificata,  attestante  il  rispetto  dei  requisiti  di  sicurezza antincendio previsti ai seguenti punti: punto 17.1, comma 2,  esclusa lettera e); punto 17.2.4; punto 17.3.1, comma 2; punto 17.4.1,  comma 1; punto 17.5, commi 1 e 7; punto 18.2; punto 19.1, punto 19.2; punto 20; punto 21 e punto 22. La segnalazione certificata deve  attestare, inoltre, la predisposizione e l'adozione di un  apposito  sistema  di gestione della  sicurezza  finalizzato  all'adeguamento  antincendio, conforme a quanto stabilito dal titolo V  del  decreto  del  Ministro dell'interno  18  settembre  2002  introdotto  dall'Allegato  III  al presente decreto, che deve prevedere l'attuazione dei divieti, delle limitazioni  e  delle  condizioni  di  esercizio,  ordinarie  ed   in emergenza, che, per questa specifica fase, concorrono alle misure  di prevenzione.

Per la predisposizione del  sistema  di  gestione  della sicurezza e per la relativa attuazione, deve essere  individuato  dal titolare  dell'attivita'  un  responsabile  tecnico  della  sicurezza antincendio, che potra' coincidere con altre figure tecniche presenti all'interno   dell'attivita',   in   possesso   di    attestato    di partecipazione, con esito positivo, ai corsi base di specializzazione ai sensi del decreto del Ministro dell'interno 5 agosto 2011  e  deve essere previsto un numero congruo di  addetti  antincendio,  valutato con il  metodo  riportato  al  titolo  V  del  decreto  del  Ministro dell'interno  18  settembre  2002  introdotto  dall'Allegato  III  al presente decreto.

Gazzetta ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015 Gazzetta ufficiale n. 70 del 25 marzo 2015


Leggi altri articoli della categoria Generale