Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

2 luglio 2015

Nuovi chiarimenti sulle modalità applicative della nuova AIA

Nuovi chiarimenti sulle modalità applicative della nuova AIA

Pubblicata sul portale internet del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare la Circolare del 17 giugno 2015 n.12422 che rende noti gli ulteriori criteri e chiarimenti circa le modalità di applicazione uniforme, su tutto il territorio nazionale, della normativa in materia di Autorizzazione Integrata Ambientale e di prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento (IPPC-Integrated Pollution Prevention and Control), alla luce delle recenti modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 4 marzo 2014 n.46 Attuazione della direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali (prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento). (14G00058) (GU Serie Generale n.72 del 27-3-2014 - Suppl. Ordinario n. 27) Entrata in vigore del provvedimento: 11/04/2014

Il decreto legislativo n. 46 del 2014 è volto a recepire la direttiva 2010/75/UE relativa alle emissioni industriali (IED)con la quale sono state riviste e rifuse in un unico testo giuridico sette direttive riguardanti le emissioni industriali:la direttiva 2008/01/CE in materia di prevenzione e riduzione integrate dell’inquinamento (IPPC), alla quale sono state apportate modifiche concernenti, tra l’altro, l’ambito di applicazione, i documenti di riferimento, i requisiti di controllo;la direttiva 2001/80/CE sulla limitazione delle emissioni in atmosfera di taluniinquinanti originati dai grandi impianti di combustione; la direttiva 2000/76/CE sull’incenerimento dei rifiuti e la direttiva 1999/13/CE sulla limitazione delle emissioni di composti organici volatili (COV); le direttive 78/176/CEE. 82/883/CEE e 92/112/CEE, relative all’industria del biossido di titanio. Il provvedimento reca, fra le altre, disposizioni sanzionatorie.

Circolare del 17 giugno 2015 n.12422Circolare del 17 giugno 2015 n.12422

MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231