Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

8 marzo 2016

Nuovo Codice Appalti, le Amministrazioni bandiranno gare secondo le loro capacità

08/03/2016 – Amministrazioni più responsabilizzate con il nuovo Codice Appalti. Per bandire le gare, le Stazioni Appaltanti dovranno rispondere ad una serie di requisiti, fissati dall’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC). Le procedure diventeranno standardizzate, in modo da evitare fenomeni di corruzione o elusione della concorrenza. Allo stesso tempo, però, le Stazioni Appaltanti avranno poteri discrezionali per la valutazione delle imprese, cui faranno da contrappeso i controlli dell’ANAC. Le aggiudicazioni dovranno seguire il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, salvo alcune eccezioni in cui continua ad essere ammesso il massimo ribasso. Stazioni Appaltanti L’operatività delle Stazioni Appaltanti sarà proporzionale alla loro qualificazione. Questo significa che gli enti pubblici dovranno fare bandi di qualità e proporzionati alle loro capacità, mentre,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231