Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

20 gennaio 2016

Nuovo Codice degli Appalti, pronta la bozza del decreto

20/01/2016 – La qualità architettonica, il consumo di suolo e l’uso del BIM entrano tra i criteri cui devono rispondere le opere pubbliche, che in molti casi saranno realizzate sulla base di un concorso di progettazione o di idee. Per partecipare alle gare a progettisti e imprese saranno inoltre chiesti requisiti di fatturato meno rigidi. Sono questi alcuni dei punti salienti del Nuovo Codice Appalti, che Edilportale è in grado di anticipare. Il testo prende le mosse dalla Legge Delega contenente i criteri per la Riforma del Codice e l'attuazione delle norme europee. Nuovo Codice Appalti e progettazione delle opere pubbliche Nei lavori pubblici la progettazione sarà articolata in tre livelli: piano di fattibilità tecnica ed economica, progettazione definitiva, progettazione esecutiva. Mentre nel vecchio Codice Appalti era necessario assicurare in modo generico la qualità dell’opera e la conformità alle norme ambientali.. Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231