Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

6 Ottobre 2020

Portale Agenti Fisici


uno strumento operativo per la valutazione degli agenti fisici

Portale Agenti Fisici

uno strumento operativo per la valutazione degli agenti fisiciViene presentato il Portale Agenti Fisici (PAF, www.portaleagentifisici.it), sviluppato in collaborazione con la Regione Toscana e il Coordinamento Tecnico delle Regioni, come strumento tecnico e specialistico per la riduzione dei livelli di rischio da esposizione agli agenti fisici rumore, vibrazioni, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche, microclima, radiazioni ionizzanti e atmosfere iperbariche, secondo quanto richiesto dall’art. 28, comma 3ter, del d.lgs. 81/08.

Nel quinquennio 2015 - 2019 le malattie professionali riconducibili esclusivamente all’esposizione ad agenti fisici rappresentano circa il 20% di tutte le malattie definite positivamente dall’Inail. Se poi si considerano anche quelle malattie per le quali gli agenti fisici rappresentano un fattore concausale riconosciuto, la percentuale salirebbe addirittura ad oltre il 75% (da stime estrapolate dalla Banca statistica Inail). 

Questi numeri dimostrano, qualora ce ne fosse ancora la necessità, quanto l’esposizione professionale ad agenti fisici, inconsapevole o mal valutata che sia, rappresenti una tematica sulla quale è necessario continuare ad investire risorse. 

Infatti, per valutare correttamente l’esposizione ai diversi agenti fisici (Figura 1), quali rumore, ultrasuoni, infrasuoni, vibrazioni meccaniche, campi elettromagnetici, radiazioni ottiche artificiali, radiazioni ionizzanti, microclima e atmosfere iperbariche, è richiesta, da parte degli attori responsabili (datori di lavoro, RSPP e consulenti) e degli organi di vigilanza, non solo la piena comprensione dei diversi fenomeni fisici alla base, ma anche della perfetta conoscenza delle leggi e delle norme di buona tecnica da applicare.

Per queste ragioni nel 2008 è nato il progetto del Portale agenti fisici (PAF), realizzato dalla Asl 7 di Siena (ora Usl Toscana Sud Est) con la collaborazione dell’Ispesl (le cui funzioni con la legge 30 luglio 2010, n. 122 sono state acquisite dall’Inail) e della Asl di Modena. Il PAF, che è entrato in produzione nel 2012 sul sito www.portaleagentifisici.it, residente sul server della Regione Toscana, dà supporto operativo a tutte quelle figure che devono approcciarsi alla valutazione del rischio di uno o più agenti fisici, fornendo loro non solo i riferimenti normativi specifici, ma anche e soprattutto strumenti concreti con i quali poter meglio definire e valutare il rischio. Il PAF è divenuto, così, uno degli strumenti tecnici e specialistici previsti dall’art. 28, comma 3-ter del d.lgs. 81/2008 e s.m.i. per la riduzione dei livelli di rischio.


Leggi altri articoli della categoria sicurezza