Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

7 giugno 2015

Prime analisi dei dati desunti dall’Allegato 3B del D.Lgs 81/2008


Prime analisi dei dati desunti dall’Allegato 3B del D.Lgs 81/2008

Newsletter medico-legale INCA n.22/2015

Prime analisi dei dati desunti dall’Allegato 3B del D.Lgs 81/2008

L’art. 40 ha introdotto per il medico competente, al fine di favorire un utile rapporto di questi con il SSN, l’obbligo di inviare alla ASL del territorio, entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento, esclusivamente per via telematica le informazioni elaborate evidenziando le differenze di genere relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, secondo il modello in allegato 3B.

Nel 2014, tenuto conto delle risultanze della fase di sperimentazione, è avvenuto invece il primo invio post sperimentazione con il nuovo modello dell’allegato attraverso il portale INAIL che ora permette anche alle ASL di monitorare i dati in modo aggregato e di accedere in tempo reale alle singole comunicazioni.

I dati, resi disponibili a maggio 2015 a cura del Ministero della Salute, del Coordinamento Interregionale per la Prevenzione nei Luoghi di Lavoro e dell’INAIL, e che qui vengono ripresi, possono fornire utili strumenti per sviluppare e migliorare la nostra attività di tutela in rapporto anche con le categorie sindacali, provengono dalle comunicazioni relative all’allegato 3B ex art. 40 D.Lgs. 81/08, registrate nel portale dell’INAIL negli anni 2013 e 2014 per la sorveglianza sanitaria effettuata rispettivamente nel 2012 e 2013.

L’unità statistica oggetto del trattamento è la comunicazione inoltrata dai medici competenti per unità produttiva, come definita dall’art. 2 comma 1 lettera t del D.Lgs.81/2008, sebbene l’oggetto dell’attività dei medici sia il lavoratore.

Pertanto, già all’atto stesso della comunicazione, i dati pervengono in forma aggregata rispetto ai singoli lavoratori delle unità produttive: non si hanno, cioè, informazioni relative alla sorveglianza sanitaria condotta dai medici competenti al livello del singolo lavoratore ma solo al livello delle unità produttive, distintamente per genere.

sicurezza_lavoroNewsletter medico-legale INCA n.22/2015


Leggi altri articoli della categoria sicurezza