Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

25 luglio 2014

Procedure antimafia più snelle, risparmi fino a 20 milioni di euro

25/07/2014 – Snellire le procedure antimafia. È l’obiettivo del Consiglio dei Ministri, che ha approvato in via preliminare un decreto per la correzione e l’integrazione del Codice Antimafia.   Scende da 45 a 30 giorni il termine decorso il quale la Pubblica Amministrazione può stipulare un contratto, una concessione o dare il via libera ad un finanziamento senza la comunicazione antimafia.   In altre parole, le Pubbliche Amministrazioni potranno rilasciare i provvedimenti o stipulare contratti trascorsi 30 giorni dalla richiesta all'impresa della documentazione antimafia. Ad ogni modo, le prefetture potranno eseguire dei controlli ex post.   In caso di urgenza, poi, le Stazioni Appaltanti potranno concludere i contratti immediatamente, senza aspettare i quindici giorni oggi previsti.   Le informazioni antimafia sono richieste per la stipula di contratti o il rilascio di provvedimenti di valore superiore alla soglia dei 150..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI