Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

16 febbraio 2015

Progettisti con redditi bassi, ok ai contributi Inarcassa ridotti

16/02/2015 – Possono essere presentate fino al 31 maggio 2015 le domande di deroga al contributo minimo soggettivo. Lo ha comunicato Inarcassa, cassa di previdenza degli ingegneri e degli architetti liberi professionisti, in una nota diramata nei giorni scorsi.   Si tratta della possibilità, per i professionisti con redditi bassi, di non pagare il contributo soggettivo minimo, ma un'imposta più bassa, proporzionale al reddito prodotto.   L’agevolazione La misura, riconosciuta dal Regolamento generale di previdenza 2012, prevede la possibilità di derogare all'obbligo della contribuzione minima soggettiva per un massimo di 5 anni, anche non continuativi nell'arco della vita lavorativa, per chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo.   In sostanza, chi prevede di conseguire nel 2015 un reddito professionale inferiore a 15.724 euro può non versare il contributo soggettivo..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria PROFESSIONE