Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

3 agosto 2016

Qualificazione del formatore salute e sicurezza

Strumento necessario per contribuire alla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali

Qualificazione del formatore salute e sicurezza

sicurezza_lavoro_formazionePubblicazione luglio 2016 realizzata da INAIL Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro ed ambientale, autori presenti nella pubblicazione. La qualificazione del formatore alla salute e sicurezza sul lavoro tra idealizzazione e valutazione. Attualmente la ricerca in tema di prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro ha avuto un notevole impulso con la Comunicazione della Commissione europea relativa al quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014 - 2020, che indica gli obiettivi da raggiungere e le azioni da compiere, al fine di migliorare l’ambiente di lavoro e di promuovere il benessere dei lavoratori suggerendo di mettere in atto efficaci sinergie tra politiche in materia di salute e sicurezza e ricerca, istruzione e sanità pubblica. La strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva riconosce che l’apprendimento permanente e lo sviluppo delle competenze sono elementi chiave per rispondere all’attuale crisi economica, all’invecchiamento demografico e alla più ampia strategia sociale dell’Unione europea. Il ruolo che l’apprendimento degli adulti può svolgere per realizzare gli obiettivi di Europa 2020 è sottolineato anche dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro nella relazione dal titolo “Priorities for occupational safety and health research in Europe: 2013 - 2020”. In tale contesto si inserisce anche la Risoluzione del Consiglio su un’agenda europea rinnovata per l’apprendimento degli adulti che, al fine di migliorare la qualità e l’efficacia della formazione degli adulti invita gli Stati membri a orientarsi sullo sviluppo della garanzia della qualità per gli operatori del settore dell’apprendimento; sul miglioramento della qualità del personale del settore dell’istruzione per gli adulti; sull’introduzione di un sistema affidabile e trasparente per il finanziamento dell’apprendimento; sullo sviluppo di meccanismi per assicurare che l’offerta di istruzione rispecchi meglio le esigenze del mercato del lavoro e che permetta di acquisire le qualifiche e di sviluppare le nuove competenze per rispondere alle nuove necessità di un contesto in mutazione e sull’intensificazione della cooperazione e del partenariato tra tutti i soggetti dell’apprendimento degli adulti. La funzione della ricerca in tema di salute e sicurezza, così come anche indicato dal d.lgs. 81/2008, può svolgere un ruolo importante per fronteggiare le lacune nella conoscenza dei fattori di rischio, per garantire la sicurezza e il benessere dei lavoratori, per promuovere imprese sempre più sostenibili e competitive. Declinando la ricerca in termini di formazione sulla salute e sicurezza sul lavoro, occorre evidenziare come il processo formativo costituisca un agente primario di cambiamento culturale e veicolo di crescita e di sviluppo personale e professionale, oltre a rappresentare uno strumento essenziale di un sistema efficace di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. La qualificazione, l’estensione e l’accessibilità della formazione nei luoghi di lavoro rientrano tra le azioni finalizzate all’insieme dei valori fondanti dell’Istituto, come sottolineato dal Consiglio di indirizzo e vigilanza nelle Linee di mandato 2013 - 2017. In tale specifico contesto e vista la rilevanza della tematica relativa ai requisiti di competenza e professionalità necessari ai formatori sia nell’ambito della indagine scientifica sia nel panorama normativo, a livello nazionale ed europeo, si inserisce la presente ricerca.

sicurezza_lavoro_formazioneQualificazione del formatore salute e sicurezza

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231