Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

1 ottobre 2015

Restauro, risanamento e ristrutturazione, dal CdS guida alle differenze

01/10/2015 – Quali sono le differenza tra restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione? Lo spiega il Consiglio di Stato, che con la sentenza 3505/2015 ha chiarito quali interventi è possibile effettuare nelle aree vincolate. Nel caso esaminato, un privato aveva acquistato un immobile su cui in precedenza erano state realizzate delle opere per le quali era stato richiesto il condono edilizio. Il nuovo proprietario aveva poi affittato l’immobile ad una società che aveva presentato la Dia per effettuare sui manufatti condonati degli interventi di risanamento conservativo che non implicavano modifiche della destinazione d’uso, della sagoma, dell’altezza e della volumetria. La Soprintendenza aveva messo in dubbio la legittimità del condono sostenendo che l’immobile si trovava in zona a vincolo archeologico e che l’intervento sui manufatti abusivi era una ristrutturazione edilizia consistente nella.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231